Cerca

Futuri politici

Passera ha deciso: scende in campo
Vuole con lui Casini e Gianni Letta

Il superministro non lacerà i Palazzi Romani. L'obiettivo massimo, fare il premier. Il ripiego, il dicastero dell'Economia. Con Montezemolo resta il gelo

Ma Corradino non vorrebbe essere ingabbiato dai partiti...
Corrado Passera

Corrado Passera

Non può ancora dirlo apertamente, non può confermarlo a mircrofoni aperti perché Mario Monti non gradirebbe: prima deve finire il mandato tecnico e il governo deve andare a casa (anche se l'ipotesi di un bis di Monti è sempre più concreta). Meglio non schierarsi, insomma. Ma Corrado Passera, il superministro tripartito del governo dei tecnici, il suo futuro lo ha deciso: scenderà (o resterà, fate voi) in campo. E ha già scelto la sua squadra: un abbraccio stretto stretto all'Udc di Pier Ferdinando Casini e a Gianni Letta del Pdl (se possibile), la fedelissma Emma Marcegaglia, la Cisl di Raffaele Bonanni ma archiviando Luca Cordero di Montezemolo (anche se, forse, il rapporto tra i due è recuperabile). E il fatto che il suo futuro sia tutto politico lo ha confermato, seppur con la consueta discrezione, nel weekend di Chianciano: "Abbiate pazienza, è questione di mesi". Poi scoprirà le carte.

Il partito - Cattolico-liberale e un tempo elettore del Pd (quello di Romano Prodi, di cui era sostenitore), Passera, insomma, ha scelto con chi stare. Ne ha discusso a lungo soprattutto con la Marcegaglia, l'ex presidente di Confindustria con cui potrebbe dar vita alla nuova formazione dei liberal neo-democristiani. Il superministro vuole giocarsi le sue carte per realizzare le sua ambizioni politiche. Quali? Le strade sono due. La prima, e più gloriosa, è quella che lo vedrebbe al posto di Monti in una nuova grande coalizione. La seconda, comunque prestigiosa, è quella che lo condurrebbe al vertice del ministero dell'Economia. Il punto è che però Passera non vuole necessariamente un seggio parlamentare, non vuole insomma essere legato a doppio filo a un partito, perché l'etichetta gli staccherebbe l'etichetta di imparzialità che i "tecnici" appiccicano sulla loro giacchetta. 

La squadra - Per quel che concerne gli "uomini di Passera", in primis ci sarebbero due colleghi di governo tecnico, ossia Lorenzo Ornaghi e Andrea Riccardi, due ministri di orientamento democratico-cattolico-liberale. Quindi, come detto, ci sarebbe Emma Marcegaglia, la fedelissima che però la pensa diversamente su Montezemolo. Emma voleva il presidente Ferrari nella squadra, ma Passera invece no. I rapporti tra i due tendono al gelo per gli interessi di Montezemolo sull'alta velocità (Ntv) e i ritardi del ministro nel dar vita all'autorithy di settore. Ma persone vicino a Passera, voci citate dal quotidiano La Repubblica, lasciano aperto uno spiraglio: "Passera e Montezemolo sono due debolezze che alla fine potrebbero decidere di mettersi insieme". Infine Corradino vorrebbe coinvolgere Gianni Letta: da ministro, Passera, non ha mai rotto i legami con il centrodestra, e il primo - stimato - interlocutore è sempre stato proprio Gianni Letta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gicchio38

    14 Settembre 2012 - 08:08

    MAMMA MIA CHE CASINO TI STA COMBINANDO IL FURBISSIMO casini. INSIEME A LETTA E "PASSERA" FARANNO AMMOSCIARE TUTTI I C................

    Report

    Rispondi

  • ketaon_01

    13 Settembre 2012 - 23:11

    Benvenui al Muppet show. Dai ragazzi ditemi che è una candid camera. Non ho ancora capito cosa stai facendo oggi figuriamoci premier. Dai , puoi tentare anche per diventare PAPA.

    Report

    Rispondi

  • Vito la Civita

    13 Settembre 2012 - 19:07

    si rendono conto che il popolo sovrano è quello che fa le scelte? Visto che il ciarlatano alias Casini, è bravo a fare minestroni,perché non va a lavorare alla FINDUS? Il banchiere e il ciarlatano gli italiani dovrebbero appenderli ai lampioni per farli sputare da tutti i passanti!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • bornfree

    13 Settembre 2012 - 18:06

    Specializzato in allestimento di carrozzoni bancari per conto altrui. Adesso é disponibile per costruirne uno politico. Ma é in difficoltà perché tanti, troppi, si sono ormai resi conto della sua reale nullità.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog