Cerca

Senza appello

Governo Monti, fiducia nei ministri: si salva soltanto la Cancellieri

Mario Monti e Silvio Berlusconi

Monti e Berlusconi

 

Tutti bocciati, con un'eccezione: Anna Maria Cancellieri, salva per un pelo. E' questo quanto riferisce il sondaggio di Ipr Marketing per Repubblica.it: dalle risposte fornite da un campione di mille persone consultate per via telematica si scopre che gli italiani non hanna alcuna fiducia nei ministri del governo Monti (e nel governo stesso). Paradossalmente, però, nel campione intervistato cresce la fiducia nell'operato del premier in persona: il gradimento del Presidente del Consiglio sarebbe al 52%, tre punti sopra l'ultimo sondaggio Ipr, del 12 luglio. Monti ha guadagnato nel corso dell'estate esattamente quello che ha perso il suo governo. Così gli italiani che dichiarano di avere "molta/abbastanza fiducia" nell'esecutivo dei tecnici cala dal 40 al 37%, il minimo toccato dallo scorso dicembre (quando la fiducia era al 54%).

Ministri ko - A non lasciare scampo ai tecnici sono i pareri relativi ai singoli ministri. Il meno apprezzato in assoluto è Corrado Clini (Ambiente e Tutela del territorio), il cui gradimento è al 37 per cento. Per Elsa Fornero (Lavoro e Politiche Sociali), la "grande protagonista" della sforbiciata alle pensioni, la fiducia è al 38%; Francesco Profumo (Istruzione) raccoglie il 43% di consensi, mentre Paola Severino (Giustizia) il 45 per cento. Quindi un pari, quello tra Corrado Passera (Sviluppo economico) e Andrea Riccardi (Cooperazione internazionale), pari al 46 per cento. L'ex ad di Banca Intesa perde 2 punti, scontando plausibilmente la gestione impacciata dei casi Fiat e Alcoa. L'unico ministro a strappare la sufficienza, raccogliendo la metà dei consensi, il 50%, è Anna Maria Cancellieri, titolare degli Interni. Infine una nota di colore su Vittorio Grilli, ministro di Economia e Finanze, la cui fiducia non viene rilevata perché "il livello di conoscenza è troppo basso per poter avere un indice di fiducia significativo".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Renatino-DePedis

    20 Settembre 2012 - 09:09

    ma si certo. invece con quel genio del tuo amico questo paese stava benissimo. certo che il fanatismo gioca brutti scherzi..... come no, silvietto è il leader migliiore del mondo e di tutti i tempi e di risultani ne ha ottenuti moltissimi, infatti quando c'era lui la crisi non esisteva, come no.

    Report

    Rispondi

  • italianna

    19 Settembre 2012 - 06:06

    ma quale premier quello è solo una macchietta, una caricatura , una roba comica se purtroppo non facesse piangere anzichè ridere. Per carità all'italia mancava solo questo. Il mio parere è che per sostituire berlusconii comunisti sisarebbero accontentati anche di un asino che a mio parere di politica, finanza e società se ne intende di più. ciao

    Report

    Rispondi

  • vittoriomazzucato

    18 Settembre 2012 - 08:08

    Sono Luca. Nessuna fiducia su un governo non eletto. Quando sento nominare per TV il termine "presidente del consiglio Monti" ho un senso di rifiuto. Parlava un mio amico ieri e diceva che Monti è un teorico finanziario, ma tutti i suoi provvedimenti non hanno mai tenuto conto dei problemi sociali, ciò che il Governo precedente ha sempre considerato. Per questo questi soggetti non avranno mai la possibilità di essere eletti. Casini deve meditare e se ne pentià. GRAZIE.

    Report

    Rispondi

  • liberal1

    18 Settembre 2012 - 06:06

    sono i peggiori vero ma perché ci volete rifilare la Polverini e fiorito? Tremonti e il fiscal compact ed Equitalia perfezionata da Berlusconi e Tremonti? Bisogna essere OBBIETTIVI SIGNORI E SENZA PARAOCCHI

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog