Cerca

La lettera aperta

Pd, lettera di 30 onorevoli: "Vendola non partecipi alle primarie"

Fioroni e la componente popolare: "Nichi non deve partecipare". Ma Bersani: "Deve gareggiare". La sinistra è una polveriera

Nichi Vendola

Nichi Vendola

 

Bombe, granate, petardi, colpi bassi, schiaffoni, endorsment e leader rinnegati: ecco a voi la sinistra. Mentre continua sullo sfondo l'opera di disintegrazione architettata dal rottamatore Matteo Renzi, ciò che resta della sinistra continua a sbriciolarsi. Ora si parla di Nichi Vendola. Pochi giorni fa è tornato a invocare primarie di coalizione. Oggi, mercoledì 19 settembre, ha spiegato di volere un figlio e di sentirsi un probabile vincitore proprio alle primarie. E sempre oggi una nutrita pattuglia di membri del Pd, la componente popolare, si è ribellata all'idea che Nichi possa prendere parte alle primarie per la leadership del centrosinistra.

La lettera - La presa di posizione è arrivata con una lettera firmata da trenta parlamentari, guidati da Beppe Fioroni. "Essendo primarie di coalizione riteniamo che i partecipanti delle altre forze politiche debbano presentare un programma compatibile e integrabile con il nostro. Iniziative come quella referendaria abrogativa per leggi che possono essere sicuramente migliorate (il riferimento è al quesito sulle modifiche all'articolo 18, ndr), ma la cui abrogazione recherebbe nocumento al paese, non sono di certo compatibili". E ancora: "Le primarie rappresentano uno strumento di democrazia democrazia ma non possono inglobare tutto e il contrario di tutto e non possiamo permetterci l'immagine di una coalizione che nel muovere i primi passi, si presenti rissosa e conflittuale".

Bersani: "Vendola gareggi" - Pronta la risposta di Bersani, che ha dichiarato: "Spero che Vendola si candidi alle primarie. Deve essere un protagonista di questa vicenda". Successivamente il segretario si è rivolto direttamente a Fioroni, rassicurandolo sul vincolo di governabilità che legherà la prossima coalizione di centrosinistra, Nichi Vendola compreso. "Noi abbiamo la nostra carta di intenti che stiamo discutendo con tutti quanti faranno questo contratto e la carta fissa punti precisi di merito e di metodo", ha sottolineato il segretario del Pd e tra questi c'è il capitolo che si chiama "responsabilità e che prevede in caso di dissenso tra i contraenti, che ci sia una cessione di sovranita", ha ricordato.   Dunque in caso di controversie "si fa una riunione congiunta di gruppi e si decide a maggioranza perchè l’azione di governo deve essere coerente - ha sottolineato - al prossimo giro dobbiamo dare garanzia agli italiani che facciamo sul serio. Non transigiamo su meccanismi di responsabilità perchè le parole volano e i fatti restano".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • manuelebonbon

    24 Settembre 2012 - 11:11

    te invece conosci eccome, basta vedere per chi hai votato e chi continui a difendere per valutare la tua conoscenza delle cose e della politica. ma a parte questo la verità che ti ostini a negare è che sia Senato che Camera sollevarono verso la consulta il conflitto di attribuzione contro la procura di Milano e si dedicarono decine di ore (e di interrogazioni) all'argomento... vero ? Tale argomento ovviamente non interessava a NESSUNO tranne che al tuo cavalier pompetta. cianno... cambia lavoro, va... magari ad Arcore abbisognano di un altro stallierte.

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    20 Settembre 2012 - 23:11

    Te le interrogazioni parlamentari me li scambi per i lavori?Povero manuelebonbon,sei allo stato brado.Non conosci niente e vuoi sostenere una discussione politica?Lascia perdere.

    Report

    Rispondi

  • manuelebonbon

    20 Settembre 2012 - 15:03

    1) invece di blaterare vatti a vedere sui siti di Camera e Senato in quante sedute ricorre la parola "Ruby" (vi sono i resoconti stenografici) 2) i governi di sinistra hanno demolito le riforme della destra ? HAHAHAHAHAH e quali, o meglio quale riforme ha fatto la destra che servisse all'Italia e non alla Fininvest ? 3) disastro dell'Euro colpa di Prodi ? HAHAHAHAHAHAHAHAHAH !!!! sei proprio buffo Cianno, vivi in un paese fantastico dove tu e Silvio siete capelloni, alti due metri e onesti e casti :D :D :D

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    20 Settembre 2012 - 12:12

    Parlamento bloccato per Ruby?Ma tu sei malato. Neanche ricordi perchè il Governo è stato paralizzato e vuoi discutere con me?Riguardo ai Governi di sinistra,hanno demolito tutte le riforme fatte dai precedenti governi,e la chicca delle chicche,sono responsabili del disastro odierno dell'euro.Parla di cose serie e non di cazzate.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog