Cerca

Il magna magna della Casta

Il consigliere Pdl travestito da Ulisse
Ultimo scandalo alla Regione Lazio

Il vice capogruppo ha speso 20mila euro per un festino ispirato all'antica Grecia

Ma l'ex assistente di Tajani si difende: "Erano soldi miei. Ho invitato 2000 persone che mi hanno fatto i complimenti. C'era anche la Polverini e l'assessore Cetica"
Il consigliere Pdl travestito da Ulisse
Ultimo scandalo alla Regione Lazio

Ventimila euro per ringraziare gli amici del sostegno in campagna elettorale. E' questa la giustificazione del consigliere regionale del Pdl Carlo De Romanis (ex assistente di Antonio Tajani e ora vice capogruppo), tirato in mezzo nello scandalo dei rimborsi da Franco Fiorito: "Con i soldi del gruppo ha organizzato un festino con donne semi-nude", lo ha accusato l'ex tesoriere ora indagato per peculato. In effetti a quella festa, organizzata da De Romanis nel settembre 2010, signorine seminude c'erano. Lo dimostrano le foto pubblicate su Repubblica che fino a qualche tempo stavano su Internet (ora il sito è stato oscurato). Ma c'è una giustificazione, che De Romanis si affretta a dare. Si trattava di una festa dal titolo: "Ulisse torna a casa e sfida i nemici". E in effetti c'erano gli dei dell'Olimpo, eroi in armature, leggiadre ancelle che servivano vodka e mojito, il minotauro, uomini con armature, tridenti e perfino un mitragliatore (che c'entra con l'antica Grecia? ndr). La festa era stata organizzata in un circolo su viale delle Olimpiadi poi, però, si sono trasferiti tutti sulla scalinata della Galleria d'Arte Moderna, a Valle Giulia, per un ricco servizio fotografico. "Non ho nulla di cui vergognarmi", rivendica orgoglioso De Romanis a Repubblica. "Ho speso più di 20mila euro, pagati di tasca mia. E' stata una festa carinissima, sobria, i miei amici mi hanno fatto mille complimenti". C'erano duemila persone tra le quali "la presidente Polverini e l'assessore Cetica", puntualizza De Romanis. Chissà com'era vestita la governatrice...

Guarda le foto della festa nella Gallery

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • tamil777

    24 Settembre 2012 - 21:09

    Ulisse è tornato nel suo" habitat" naturale. (Intendo l'ulisse-de romanis) La "dignitas" e "l'aucto- ritas" si esercitano con l'autorità e la dirittura mo- rale,sono decenni che questo paese li ha persi e qual- cuno ancora confonde le ideologie con i comportamenti. Sono gli UOMINI che rendono serie le IDEE;questo pae- se ha tutto meno che gli UOMINI.

    Report

    Rispondi

  • toni resetti

    20 Settembre 2012 - 11:11

    come vuole... sempre se sia vero che i soldi fossero suoi. Certo c'è modo e modo di festeggiare ma il senso della morale e della dignità si misura a livello personale. Evidentemente i sostenitori di questo politico lo apprezzano anche per i suoi gusti ... l'unica cosa che disapprovo è l'uso di vodka e mojito in una festa di ispirazione classica invece di vino, italiano e soprattutto perfettamente a tema con tutto il resto dello spettacolo.

    Report

    Rispondi

  • ansimo

    19 Settembre 2012 - 20:08

    Ma dopo una festa del genere, anche se i soldi erano suoi, perchè non scappa in esilio prima che lo facciano i suoi elettori per la vergogna di averlo votato?

    Report

    Rispondi

  • amedeox

    19 Settembre 2012 - 19:07

    Non è che non sia lecito andare alle feste, rimorchiare sballarsi, travestirsi...ma se si esercita un ruolo di governo si perde la dignitas, necessaria tutti i giorni per esercitarlo quel potere. Per cui si perde l'auctoritas... e i nostri cari "camerati" pur affezionati alle toghe romane forse hanno studiato poco la storia ed il diritto dei loro antenati, ma forse sono solo dei discendenti barbari che hanno saccheggiato quel poco che era rimasto da saccheggiare di questo povero paese...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog