Cerca

Il Molleggiato

Il cartoon
su Celentano
in tribunale

La serie animata di Sky slitta ancora. Il Clan litiga con la casa di produzione che chiede 2 mln di euro

Il cartone di Adriano Celentano

Il cartone di Adriano Celentano

 

L’hanno annunciata anni fa. Poi è slittata, mille volte. Poi le rassicurazioni: andrà in onda nell’autunno 2011. Invece niente, anzi, sono arrivati i guai legali e, ieri, la richiesta dei danni. Due milioni di euro di risarcimento. Nemmeno un kolossal come Cleopatra o i film di Stanley Kubrick hanno avuto gestazioni così complicate come questo benedetto cartone animato sulla figura di Celentano, Adrian. Non che noi sentiamo l’impellente bisogno di vederlo sugli schermi in versione fantasy (quello vero è già abbastanza “rumoroso”), ma a questo punto siamo curiosi di capire le ragioni di una sorta di maledizione che si è abbattuta sulla megagalattica opera targata Sky sulla vita e i miracoli del Molleggiato. Ci diamo pace: dovremmo aspettare ancora molto per vederlo compiuto. Perché la produzione si è fermata. Con strascichi legali.

La disputa -  Mondo Tv chiede 2 milioni di euro di risarcimento danni al Clan Celentano per Adrian, dopo la risoluzione del contratto per la produzione esecutiva della serie. In una nota «Mondo Tv S.p.A. comunica di aver depositato in data odierna (ieri, ndr) presso il Tribunale di Milano, sezione specializzata per la proprietà industriale e intellettuale, la propria domanda risarcitoria a seguito della risoluzione del contratto per la produzione esecutiva della serie tv animata dal titolo Adrian stipulato con il Clan Celentano S.r.l., già annunciata in data 30 giugno 2011. La domanda ammonta complessivamente a circa euro 2 milioni», conclude il comunicato. 

Divorzio - Contrattacca la società di Claudia Mori, moglie di Celentano: «La causa di risarcimento dei danni è stata iniziata dal Clan Celentano contro Mondo Tv con atto di citazione notificato a quest’ultima sin dal 7 febbraio 2012 presso il Tribunale di Milano. Ciò che ha fatto oggi Mondo Tv -è stato solo costituirsi nel giudizio di risarcimento dei danni iniziato dal Clan Celentano. L’azione di Mondo Tv è volta al solo scopo di tentare di contrapporsi alle legittime richieste del Clan Celentano». Alla base del “divorzio” tra Mondo Tv e il Clan motivi artistici: quest’ultimo non era  soddisfatto del lavoro del “socio”, quindi ha deciso di stracciare il contratto.

Cura maniacale - Quasi un anno fa, a luglio 2011, quando questa disputa era già avviata,  il Clan Celentano aveva rassicurato i fan: non c’è nessun pericolo che la programmazione del cartoon “salti”. I vertici Sky avevano addirittura definito il progetto «un’opera unica che coinvolge una squadra creativa eccezionale. Un progetto totalmente nuovo, l’ennesima dimostrazione dell’inesauribile vena artistica e capacità di innovare di Adriano Celentano. Ringraziamo Adriano per l’impegno straordinario con il quale sta seguendo il progetto. L’attenzione totale, la sua cura quasi “maniacale” per i dettagli sono la migliore garanzia della qualità finale del prodotto». 

Bozzetti in Cina - Si vociferava che i bozzetti realizzati da Manara fossero stati inviati addirittura in Cina e Corea per la realizzazione. Ma, come precisano dall’entourage di Celentano, si tratta di una minima parte del lavoro, quella dell’animazione, mentre il grosso della produzione verrà fatto in Italia, caso più unico che raro. E viene ribadito che il progetto, pur rallentato dalle questioni legali, resta in piedi. Non si vedrà prima dell’anno prossimo, però, su Sky Uno. Ora che Mondo Tv non fa più parte della squadra, il Clan lo realizzerà tutto da solo. 

Ventisei puntate - Le puntate saranno 26. Adrian sarà una sorta di alter ego di Celentano. L’ambientazione sarà nel futuro e sotto una dittatura, il protagonista, secondo indiscrezioni, fugge da un carcere. Vincenzo Cerami, premio Oscar, ha curato la supervisione dei dialoghi, mentre per la colonna sonora si è scomodato Nicola Piovani. Opera di fantasia, sì, ma al centro ci saranno i temi cari a Celentano, quelli che non ha mai nascosto in 50 anni di attività e anche recentemente: l’ambiente, l’ecologia, il sociale. Argomenti che per ora sviscera in abbondanza Adriano Celentano. Quello in carne ed ossa.

di Alessandra Menzani

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sorpasso

    25 Aprile 2012 - 20:08

    Questo individuo mi ha rotto i maroni, basta non ne posso più delle sue alzate di testa................

    Report

    Rispondi

  • blackindustry

    25 Aprile 2012 - 16:04

    Celentano è ormai fuori tempo massimo, vuole fare il santone super partes, ma è chiaro come il sole che sia schierato a sinistra e dunque non sia super partes... E poi con i soldi che si prende di compensi alla rai, certo non da un buon esempio di morigeratezza. Stattene a casa celentano, che fai più bella figura.

    Report

    Rispondi

blog