Cerca

Verso la tv pubblica

"Saviano torna in Rai già il prossimo autunno"

Per lui l'appuntamento del lunedì sera con 'Che tempo che fa'

Roberto Saviano

Il ritorno in Rai dell'autore di Gomorra, forse, già il prossimo autunno

Tutto pronto per il ritorno di Roberto Saviano: la Rai s'inchina all'autore di Gomorra. S'accorcia infatti la distanza tra viale Mazzini e il guru della sinistra. Lo scrittore potrebbe già essere il prossimo autunno della squadra di Rai3 nell’appuntamento del lunedì in prima serata previsto per Che tempo che fa, il programma dell'amichetto di Saviano, Fabio Fazio. Secondo quanto apprende l’agenzia di stampa Agi, che spiega come una trattativa ufficiale non ci sia ancora, sarebbe prossima la richiesta all'azienda da parte della direzione della terza rete perché le parti dialoghino. Di certo - ha ribadito oggi Loris Mazzetti, assistente del direttore di Rai3, Antonio Di Bella - Saviano vuole tornare sulla televisione pubblica.

Le indiscrezioni - Un primo abboccamento tra rete e direzione generale c'è stato, ovvero - viene spiegato - "Di Bella ha rappresentato questa volontà di avere Saviano in formazione, come uno dei punti di forza della rete nella prossima stagione", alla luce anche delle indiscrezioni che parlavano di segnali distensivi e positivi da parte dell’azienda, le famose "porte aperte" allo scrittore, ovviamente non senza avere una cornice ben tracciata, a cominciare dalla parte economica. 

Di Bella: "Lo desidero" - E del resto proprio Di Bella una settimana fa, a margine della presentazione della serata tv dedicata a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino (andata in onda lunedì con buoni risultati di ascolti, ndr) aveva detto - parlando a proposito del ritorno di Saviano in Rai - "io lo desidero, lui anche. Stiamo lavorando perché avvenga", aggiungendo comunque che "un conto sono le parole, e altro le firme, sappiamo della disponibilità aziendale e stiamo lavorando". Di Bella confermava che il programma è quello di Fazio, "e lì bisogna vedere come incastrarci la parte di Saviano". Riferimento al fatto che nel contratto triennale che dall’estate 2011 lega Fazio alla Rai è prevista la possibilità che a partire dal secondo anno della durata ci sia lo scrittore campano.

Rapida definizione - "Faremo partire subito la richiesta di trattativa - dice Mazzetti - perché si arrivi a una rapida definizione. Bisognerà certamente vedere come inquadrare la presenza di Saviano nel programma di Fazio". Quanto al numero di puntate con lo scrittore in onda, ovvero se sarà per tutti gli appuntamenti del lunedì sera del programma di Fazio "è prematuro parlarne, questo lo si definirà". Come pure non è detto che la serata del lunedì s'intitoli Che tempo che fa, non è da escludere infatti che abbia un titolo diverso anche se comunque rimanderebbe a quello storico. 

Notizia non notizia - E di Saviano (che peraltro prima di questo autunno non poteva essere in Rai in quanto già legato da contratto con altro broadcaster, La7) ha parlato anche Giancarlo Leone, direttore dell’Intrattenimento Rai, prendendo parte a un incontro sul servizio pubblico radiotelevisivo promosso dal Pd. E’ stato in un passaggio, quando ha detto "non tocca a me dare notizie, comunque sappiamo che nel palinsesto c'è Fazio che va in prima serata il lunedì su Rai3 ma non mi meraviglierei che ci fosse Saviano. Mi aspetto che questo avvenga...ho la sensazione che avverrà...". Un’affermazione che Paolo Gentiloni, tra gli intervenuti all’incontro, ha subito colto al volo: "Prendiamo questa 'notizia non notizia'...".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Luigi Maria Ventola

    23 Maggio 2012 - 09:09

    che qualcuno prenda il coraggio a due mani e privatizzi questo "carrozzone" rifugio di raccomandati e nullafacenti e che la si finisca , una volta per tutte, di elargire emolumenti faraonici a persone che non sarebbero in grado nemmeno di procurarsi un bicchiere d'acqua se dovessero davvero mettere alla prova le loro capacità. BASTA sprecare i nostri soldi....noi facciamo molta fatica per guadagnarli ed è uno schifo, vedere con quanta noncuranza vengono sprecati. Il signor Saviano non ha niente che ci possa insegnare, possiamo fare tranquillamente a meno dei suoi sermoni monocorde.

    Report

    Rispondi

  • sfeno

    22 Maggio 2012 - 21:09

    Quando la RAI sara' privata potranno fare quello che vogliono......ora e' chiaro che cercano tutti una fetta di quella torta tanto appetitosa quanto in rosso......tanto paga pantalone.

    Report

    Rispondi

  • doveteandarvene

    22 Maggio 2012 - 18:06

    Sig.ri il problema non e' Saviano, il problema siamo Noi che lo guardiamo, facendolo beniamino della legalità. Siccome ha rotto e Lui lo ha capito...proviamo a non guardare le stronzate che dice cosi il programma fa share di merda e lo cancellano prima che va in onda la seconda volta...eh?

    Report

    Rispondi

  • samuel80

    22 Maggio 2012 - 17:05

    E' sempre la stessa storia: quelli che non valgono niente vengono sempre premiati (ovviamente con soldi pubblici perchè nessun privato stipendierebbe il nulla), per loro sono sempre spalancate tutte le porte. Non lo guardo e non lo guarderò....solo mi fa schifo che si possa prendere i soldi del mio estorto canone.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog