Cerca

La neo coppia di "In Onda" su La7

Attenti a quei due, Facci e Lusenti
Lui: "Non litigheremo"
Lei: "Ne sei sicuro?"

L'intervista doppia ai due giornalisti che si ritroveranno sul piccolo schermo: sono pronti all'avventura sulla rete Telecom

Facci: "Definirmi in tre aggettivi? Cretino, cretino, cretino". Lusenti: "Alta, svizzera, mora"
Attenti a quei due, Facci e Lusenti
Lui: "Non litigheremo"
Lei: "Ne sei sicuro?"

 

Lui, Filippo Facci, è una firma e un volto noto per i lettori di Libero, e qui è alla sua prima conduzione. Lei, Natascha Lusenti, ex modella, svizzera, ha già presentato le lezioni in tv di Romano Prodi  ed è un personaggio altrettanto fresco. La7 ha deciso di «sposarli» (professionalmente): in coppia guidano  In onda estate, alle 20.30 da lunedì prossimo (tutti i giorni fino al venerdì), al posto di Otto e mezzo di Lilli Gruber che chiude stasera una stagione esaltante. In teoria incarnano le posizioni di centrodestra (Facci) e centrosinistra (Lusenti) ma tutto è relativo. Non per gufare, ma spesso le coppie tv sono ad alto rischio lite, da Giuliano Ferrara e Gad Lerner fino al recente caso di Luca Telese che proprio a In Onda non sopportava più Luisella Costamagna, e viceversa. Con questa intervista doppia li conosciamo meglio. 

Pronostico: litigherete?

Facci: «Davvero, non lo so. Spero di no, i litigi hanno rotto». 

Lusenti: «Per il camerino più comodo di sicuro».

Com’è il rapporto tra voi? 

Facci: «Lo saprò quando inizierà la prima diretta. Il resto non conta, o fa parte del personale».

Lusenti: «Agli inizi».

Definitevi in tre aggettivi.

Facci: «Se accettassi una domanda del genere mi definirei un cretino, un cretino e un cretino». 

Lusenti: «Alta, svizzera, mora».

C’è qualcosa che invidiate dell’altro?

Facci: «Ha la possibilità di lavorare con me».

Lusenti: «Il passaporto italiano».

Un difetto?

Facci: «Uno solo? Talvolta si ostina a pensare con la sua testa».

Lusenti: «Non riesce a stare seduto troppo a lungo».

Come riassumereste la vostra carriera in poche righe?

Facci: «È la carriera di una persona che è stata discriminata o valorizzata per le stesse ragioni».  

Lusenti: «Disciplina, pazienza e la fortuna di avere lavorato con grandi professionisti, da Deaglio a Santoro, da Nuzzi a Paolini».

Chi vi piaceva di più tra Telese, Porro e Costamagna, i conduttori che vi hanno preceduto?

Facci: «Chi mi piaceva di meno, vorrà dire. Beh, un tempo avevo una buona intesa intellettuale con Porro».

Lusenti: «Tutti e tre sono grandi professionisti».

Il suo modello di giornalista tv?

Facci: «Il Giuliano Ferrara di Linea Rovente (1987) e il Michele Santoro dei reportage, ma senza predicozzi. Mentana per i tg. La Gabanelli è necessaria».  

Lusenti: «Filippo Facci».

Pro o contro il governo Monti?

Facci: «Contro».

Lusenti: «Pro una politica inclusiva, che faccia il bene comune e che faccia ripartire l’Italia».

La prima domanda che farebbe al premier se fosse ospite da voi?

Facci: «Come ci si sente a guidare un governo non democraticamente eletto e nominato con il beneplacito di organismi stranieri?»  

Lusenti: «Quali sono i dieci libri della sua vita».

Il lavoro è un diritto oppure no?

Facci: «Il lavoro è anzitutto un dovere». 

Lusenti «Lo dice la Costituzione».

Grillo è il futuro?

Facci: «Se Grillo è il futuro, io rifondo le Brigate Rosse».

Lusenti: «Grillo è il presente».

Berlusconi è il passato?

Facci: «Oggettivamente sì».

Lusenti: «È l’ex presidente del Consiglio».

Chi vorreste come premier?

Facci: «Oscar Giannino. In realtà non so». 

Lusenti: «Una faccia nuova con qualcosa da dire».

Nozze gay, sì o no?

Facci: «Sono contrario al matrimonio per com’è configurato in Italia. Se sia gay o etero viene dopo».  

Lusenti: «Sì».

Fazio e Saviano: con chi uscireste a cena dei due?

Facci: «Con Saviano. Ma in generale: che tristezza».

Lusenti: «Non accetto inviti dagli sconosciuti».

E tra la Fornero e Mara Carfagna?

Facci: «Con la Carfagna, che diamine». 

Lusenti: «Con tutte e due».

Un personaggio che non sopportate?

Facci:   «Boh, sono tanti, davvero». 

Lusenti: «Ognuno ha le proprie ragioni».

In Italia c’è meritocrazia?

Facci: «Qualcosa c’è, si sta migliorando: ma sempre troppo poca».

Lusenti: «Non abbastanza».

Un personaggio che vorreste mettere sotto torchio a In Onda?

Facci: «Giovanni Stella, ad de La7». 

Lusenti: «Sono contraria agli strumenti di tortura».

Il vostro tg preferito?

Facci:  «Quello di Mentana. Ovvio».

Lusenti: «Il TgLa7».

La prima cosa che leggete la mattina?

Facci:  «L’orologio. Poi Corriere, Libero e Il Fatto».

Lusenti: «Il Corriere della Sera».

Meglio giornali di carta o Ipad?

Facci: «Non ho l’Ipad».

Lusenti: «Leggo meglio sulla carta ma l’Ipad è utilissimo».

Facebook o Twitter?

Facci: «Facebook, che almeno vedi le foto e si legge qualcosa. Il resto è chat».

Lusenti: «Non uso nessuno dei due».

La vostra (vera) passione?

Facci: «Wagner e la natura».

 Lusenti: «La vita».

L’argomento che vi appassiona di meno?

Facci: «La cronaca in generale».

Lusenti: «Me stessa».

Obiettivo personale per la trasmissione?

Facci: «Fare e imparare qualcosa di utile». 

Lusenti: «Fare bene».

Temete più il critico Aldo Grasso o Equitalia?

Facci: «Il primo mi piace molto, la seconda fingo che non esista». 

Lusenti: «Fanno il loro lavoro».

Intervista di Alessandra Menzani

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bepper

    29 Giugno 2012 - 18:06

    Ma perché in una coppia gli uomini appaiono più cretini? Lo stesso con Telese e Costamagna, persa la partner, Telese perse anche l'80% degli ascolti, confermando l'impressione. Con Porro non si pone la questione appaiono tutti e due uguali...

    Report

    Rispondi

  • satanik

    29 Giugno 2012 - 17:05

    Cretini, cretino e cretino.

    Report

    Rispondi

  • unamas

    29 Giugno 2012 - 14:02

    E' geniale...

    Report

    Rispondi

blog