Cerca

Avvicendamenti

Formigli, angello sacrificale: se lo mangia Santoro

Il teletribuno va alla rete Telecom, che declassa Corrado, l'unico che ha fatto ascolti decenti

Formigli, angello sacrificale: se lo mangia Santoro

 

Michele Santoro ha firmato con La7 per la prossima stagione. Dopo le indiscrezioni la conferma ufficiale è arrivata da Enrico Mentana, che ha dato l'annuncio nel corso del TgLa7: "Poco fa Michele Santoro ha firmato con La7. La prossima stagione di Servizio Pubblico andrà in onda sulla nostra rete". Il teletribuno si trasferisce - armi e bagagli e senza cambiare il nome al format multipiattaforma con cui ha pontificato nell'ultima stagione televisiva - sulla rete Telecom.

Sacrificato Formigli? - Giovedì 5 luglio, alle 18 a Milano, verranno presentati i palinsesti de La7, e verranno spiegate le modalità con cui il programma si alternerà in periodi diversi con Piazzapulita di Corrado Formigli. Già, la "vittima sacrificale" dell'operazione che ha portato il teletribuno a La7 pare essere proprio Formigli, tra i pochi conduttori presi dalle altre emittenti che hanno ottenuto buoni risultati di share in casa Telecom. Ma nonostante ciò, Corrade pare destinato a dover lasciar spazio a Santoro (ammesso che il teletribuno non faccia come - due nomi tra tanti - la Dandini e la Guzzanti: un flop in termini di ascolti).

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • GRISO59

    06 Luglio 2012 - 09:09

    grandissimo errore cara la7 vermiglio molto ma molto migliore di Santoro.

    Report

    Rispondi

  • corto lirazza

    05 Luglio 2012 - 19:07

    sono ammirato dalla sua finezza! e che sfoggio di intelligenza!

    Report

    Rispondi

  • roberto19

    roberto19

    05 Luglio 2012 - 13:01

    Formigli è molto attapirato, ma accetta tutto dopo i rimproveri di Santoro & Co.

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    05 Luglio 2012 - 13:01

    Gentile amico,quello che dorme sei tu.La puerile osservazione sulla raccolta pubblicitaria,disegna perfettamente che sei stato colpito dalla disiformazione che ha cotto i fans dell'ossigenato.Se vuoi,sulla rete c'è l'intervista a Masi ( il direttore Rai dell'epoca) che spiega in modo chiaro come si svolgono le raccolte pubblicitarie.Posto che,in un servizio pubblico,già pagato dai contribuenti e dallo Stato,il successo commerciale è ininfluente,non è quello lo scopo della tv pubblica.Saluti e si svegli quanto prima.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog