Cerca

Alla presentazione

Lucio si allinea e pugnala l'Inter: "Scudetti? Sono 30..."

Il brasiliano scarica i nerazzurri senza nemmeno pensarci troppo: "Se segno esulto"

Lucio

Ci ha messo poco Lucio a diventare juventino. Pochissimo. Sfilata la maglia dell'Inter e abbandonate le battaglie nerazzurre (e del patron Moratti) ha senza indugi sposato la causa bianconera. Il difensore brasiliano ha parlato chiaramente nella sua prima conferenza stampa in casa Juve, recidendo col passato, tagliando anzi il cordone col machete. La questione è quella eterna e irrisolvibile: quella degli scudetti. Quanti sono? Trenta o 28? Sul campo o non sul campo? Cartone o non cartone? Ecco il Lucio-pensiero: "Ho voltato pagina - ha spiegato -, ora sono qui, sono contento e per la mia carriera è importante, perché la Juve è una grande squadra. Ora gioco con la Juve e se segnerò all'Inter non sarà un problema esultare. Gli scudetti quanti sono, 28 o 30? Io la penso come il presidente...". Ossia Andrea Agnelli. Lucio si è allineato molto, molto in fretta...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • PACCHE

    16 Luglio 2012 - 10:10

    dalle mie parti li chiamiamo 'buchi di culo'

    Report

    Rispondi

blog