Cerca

Calcioscommesse

Masiello, 26 mesi di squalifica
Alla Samp -1 punto, al Bari -5

La Commissione disciplinare ha accolto tutti i patteggiamenti: ecco le sanzioni. Quattro mesi di squalifica anche per il mister Bortolo Mutti

Masiello fece autogol nel derby Bari-Lecce e ammise che fu volontario
Andrea Masiello

Andrea Masiello

 

Andrea Masiello patteggia 24 mesi di squalifica, richiesta di 3 anni e 6 mesi per Bonucci e un anno per Pepe, il Lecce rischia la retrocessione in Lega Pro con 6 punti di penalizzazione, 2 punti per il Bologna. L'affaire calcioscommesse inizia a venire al sodo e non c'è più solo Antonio Conte. Dopo il no al patteggiamento e la richiesta di 15 mesi di squalifica per il tecnico juventino (in relazione alla sua stagione alla guida del Siena, stagione 2010/11), all'ex ostello della gioventù del Foro Italico oggi è stata giornata di verdetti e colpi di scena nel processo romano sul calcio marcio. 

Patteggiamenti accolti - La Commissione Disciplinare ha per prima cosa accolto tutti i patteggiamenti proposti dalla Procura federale. Tra le sanzioni spicca quella di due anni e due mesi di squalifica più 30mila euro di ammenda per il calciatore dell'Atalanta Andrea Masiello. L'ex capitano del Bari è stato deferito per sei presunti illeciti sportivi, tra i quali il celebre autogol contro il Lecce (Masiello ammise che fu volontario).

Le squalifiche - Poi le altre sanzioni: due anni di squalifica e 10 mila euro d'ammenda per l'ex giocatore Alessandro Parisi; 1 anno e 8 mesi di squalifica più 20 mila euro d'ammenda per il calciatore del Cesena Marco Rossi; 4 mesi di squalifica per l'allenatore Bortolo Mutti; 4 mesi di inibizione per il direttore sportivo del Bari Guido Angelozzi; 3 mesi e 10 giorni per il calciatore del Pisa Marco Esposito; 2 mesi in continuazione per l'ex calciatore Filippo Carobbio (già squalificato per 24 mesi); 1 mese in continuazione per Carlo Gervasoni (già squalificato per 23 mesi). La Commissione ha inoltre accolto la proposta di patteggiamento avanzata dal procuratore Palazzi per la Sampdoria (1 punto di penalizzazione e 30mila euro) e per il Bari (5 punti e 80mila euro).

Le richieste di Palazzi - Il procuratore federale Stefano Palazzi ha quindi chiesto sanzioni per 3 club e 12 tesserati: due punti di penalizzazione e 50mila euro d’ammenda per il Bologna, 50mila euro d’ammenda per l’Udinese, retrocessione in Lega Pro e 6 punti di penalizzazione da scontare nel prossimo campionato per il Lecce. Capitolo tesserati: 9 mesi di squalifica in continuazione per l'ex capitano del Bari Antonio Bellavista, già fermato per 5 anni (più preclusione) nell’estate 2011, 4 anni di squalifica per Nicola Belmonte, 3 anni e 6 mesi per Simone Bentivoglio, 3 anni e 6 mesi per Leonardo Bonucci, 1 anno per Marco Di Vaio, 3 anni per Stefano Guberti, 3 anni e 6 mesi per Salvatore Masiello, 3 anni per Daniele Padelli, 1 anno per Simone Pepe, 3 anni per Daniele Portanova, 5 anni di inibizione più preclusione per Pierandrea Semeraro, 3 anni e 6 mesi per Giuseppe Vives

Capitolo Ranocchia - Nel frattempo è stato convocato a Bari, dal pm Ciro Angelillis, Andrea Ranocchia: il difensore dell'Inter è stato trascinato nell'inchiesta dal suo ex compagno di squadra al bari di Antonio Conte, Andrea Masiello. Ranocchia è accusato di frode sportiva in riferimento a un solo match, Salernitana-Bari (finì 3-2) del 2009, cambionato di Serie B. Il nerazzurro, secondo quanto si è appreso, si sarebbe però avvalso della facoltà di non rispodnere. Insieme a Ranocchia devono essere ascoltati anche Gilet e Iacovelli, il "braccio destro" di Masiello al tempo in cui il giocatore militava nella squadra pugliese.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog