Cerca

Conti in tasca

Altro che Milan dell'austerity:
tanti "brocchi" ricoperti d'oro

I rossoneri restano la squadra col monte stipendi più alto della Serie A nonostante la campagna estiva di smantellamento. Hanno sbagliato qualcosa?

Il club di via Turati spende 120 milioni, poi la Juventus con 115 e l'Inter con 100 milioni. Il club più virtuoso è il Pescara: 10,8 milioni di euro
Altro che Milan dell'austerity:
tanti "brocchi" ricoperti d'oro

 

L'austerity si abbatte sulla serie A e il monte stipendi (lordo) complessivo della stagione in corso ammonta a 1.039 miliardi di euro rispetto ai 1.100 miliardi della stagione precedente. Il risparmio c'è, è vero, ma le cifre restano comunque da capogiro. Per quel che concerne il bilancio - non solo buste paga, dunque - chi ha tagliato di più è il Milan (in primis disfandosi di Ibra, Thiago Silva, Seedorf, Nesta, Gattuso e compagnia cantante): il club di Berlusconi ha ridotto le spese di 60 milioni di euro, centrando il pareggio di bilancio. Segue a ruota l'Inter, con un dimagrimento di 40 milioni. In controtendenza la Juventus, che però partiva da basi di spesa differenti. Ma dall'inchiesta della Gazzetta dello Sport emerge un altro aspetto interessante, che riguarda il Milan: i rossoneri restano la squadra con il monte stipendi (eventuali bonus compresi) più alto di tutti. Il club di via Turati potrebbe spendere in buste paga 120 milioni di euro, contro i 115 della Juventus e i 100 dell'Inter. Poi la Roma a 95 milioni, la Lazio a 66,2 e il Napoli a 53,2 milioni. Il club più "virtuoso" è il Pescara, con un monte stipendi di appena 10,8 milioni di euro.

Milan mani bucate - Cifre che costringono a una riflessione. Possibile che la squadra che a detta di tutti si è indebolita come nessun altra - stiamo parlando del Milan - sia tutt'ora quella che paga di più i suoi giocatori? Sì, è possibile. I rossoneri non sono più i migliori nella Serie A ma restano quelli che sborsano il maggior quantitativo di euro (e il più pagato della squadra non gioca mai: è Alexandre Pato, con 4 milioni netti all'anno). Sul bilancio del Milan pesa anche il numero dei giocatori, 32: rose pià ampie soltanto per la Lazio (34) e per il Bologna (33). Infine un'ultima considerazione: nella Juve il giocatore più pagato è Buffon, con 6 milioni l'anno; nell'Inter è Sneijder, anche per lui 6 milioni. Nel Milan il più pagato, il Papero, ne prende 4: forse la dirigenza rossonera ha offerto contratti troppo "compiacenti" alle seconde linee? Forse sì: Mexes (panchinaro) prende 4 milioni, Montolivo 3,5, Abate 2, Bonera 2. E l'elenco è lungo.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Caninforato

    12 Settembre 2012 - 15:03

    Dall'avvento di Berlusconi sulla scena del calcio (con gli acquisti dei vari Lentini, Gullit, Van Basten ecc.) si è assistito al boom degli ingaggi (decuplicati in pochi anni) non solo al Milan, ma anche nelle rivali Inter di Moratti, Juve di Agnelli, Roma di Sensi, Lazio di Cragnotti, Parma di Tanzi (tutti convinti che più spendevano più avrebbero vinto...) e inflazionando il mercato anche a danno delle squadre più virtuose. Il risultato finale dopo quasi trent'anni è che tutte le squadre professionistiche sono più o meno indebitate, anche pesantemente, e molte sull'orlo della bancarotta... In compenso il genio che dato il via all'escalation ha avuto l'opportunità di esercitarsi anche nel Governo del Paese, con i risultati che abbiamo sotto gli occhi...

    Report

    Rispondi

  • ciucos

    12 Settembre 2012 - 13:01

    propio da un altro giornale sportivo/economico ho rilevato altre notizie, il milan con la cessione e la risoluzione dei contratti non rinnovati in scadenza risparmia 45/50 milioni di euro pur considerando i costi per i contratti dei nuovi arrivi, fate un poco di confusione il bilancio del milan deve essere considerato o al 30/6 o al 31/12

    Report

    Rispondi

  • Luc74

    12 Settembre 2012 - 00:12

    I milioni, secondo quanton dichiarato da Galliani sono 100 e non 120...

    Report

    Rispondi

blog