Cerca

Tecnocrati solo a tempo limitato

Mattias Mainiero risponde ad Antonio Colautti

3
Tecnocrati solo a tempo limitato
Spettabile Mainiero, complimenti, lei mette in evidenza che Monti, senatore a vita, avrebbe disertato la prima votazione, dimostrando di aver assunto fin dall’inizio i difetti della Casta. Nello stesso giorno il Giornale dichiara che Monti costerà 25 mila euro al mese. Domanda: ma il governo Berlusconi in tutti i lustri che ha governato non poteva abolire i senatori a vita? Ora di che cosa vi lamentate?
Antonio Colautti
e.mail

Complimenti ironici. Io però vorrei fare un discorso serio. Anzi, vorrei farle una confessione: su quell’articolo avevo qualche dubbio. Non i suoi, visto che per abolire i senatori a vita c’è bisogno di modificare la Costituzione, e la modifica deve necessariamente passare non per il governo ma per il Parlamento, con tutte le complicazioni ben note. In altri termini: Berlusconi c’entra poco. Discorso chiuso. Torniamo all’articolo e ai dubbi. Mi dicevo che era vero, che il professore aveva disertato la sua prima votazione da senatore a vita, ma forse c’era qualche giustificazione a noi sconosciuta. Ho fatto un po’ di domande in giro. C’era qualcosa che non afferravo. Oggi, se dovessi riscrivere l’articolo, aggiungerei la parte che mi sfuggiva: Monti è un tecnocrate, a suo modo un pragmatico. Aveva fretta di sedersi alla sua scrivania, nel suo nuovo ufficio, per avere un telefono a disposizione, una segretaria, un piccolo staff. Voleva, come si suol dire, compattare i tempi. E da buon tecnocrate li ha compattati trasformandosi forse suo malgrado in un assenteista. Avrebbe potuto anticipare o posticipare l’appuntamento al Quirinale per renderlo compatibile con la votazione. Sempre da buon tecnocrate, ha modificato la sua agenda senza complicarsi la vita: votazione depennata. E il Monti Day si è trasformato in uno sgarbo istituzionale. Doppio sgarbo, dal momento che Monti, prima di ricevere ufficialmente il mandato, ha cominciato a lavorare come presidente incaricato. Ammettiamolo: la Costituzione ne è uscita un po’ malconcia. A conferma del fatto che i tecnocrati possono andar bene nei periodi di emergenza, ma quando l’emergenza non è più tanto emergenza devono tornare ai vecchi lavori. E la politica deve tornare ai politici, che a volte non sono il massimo, ma che danno qualche garanzia in più, se non altro sul rispetto di certi riti e prassi che spesso sono la testimonianza, anche visiva, della correttezza istituzionale.
mattias.mainiero@libero-news.eu

Caro Mainiero,dopo aver visto le esultanze di piazza, "chi non salta Berlusconi è" e la felicità del popolo neanche fosse finita una guerra, la mia domanda è: ora che Silvio si è dimesso, abbiamo risolto tutti i nostri probemi?
Umberto Brusco
Bardolino

Alcuni pensano di sì. Tempo un paio di giorni, dovranno ricredersi.

Berlusconi ha ragione. Fini si è preso il posto di rilievo grazie all'appoggio del Pdl e poi ha dato il benservito. Questa cosa è talmente evidente, ed è talmente sgradevole, che, in una democrazia, dovrebbe essere stata messa al bando già da tempo, altro che esultare e ridere. Caro Mainiero, Fini disse: "Mi dimetto quando Silvio lascia". E ora?
Valentino Castriota
Trepuzzi (Lecce)

E ora non si dimetterà.

Caro Mainiero, un paio di considerazioni sull'Islam. Un fiume enorme di pellegrini partecipa alla Eid Al-Adha (Festa del Sacrificio) e dilapida "Satana". Ancora,la multinazionale Coca-Cola avrebbe subito un sensibile calo di vendite, anche in paesi molto popolosi ove il caldo la fa da padrone. Semplicemente perchè sembrerebbe che osservando la scritta Coca-Cola allo specchio sia possibile interpretare l'immagine come una frase in lingua araba che recherebbe un messaggio contro la cultura islamica "No a Maometto, No alla Mecca". Anche se  il Grand Mufti Sheik Nasser Farid Wassel, importante figura religiosa egiziana, ha fatto notare come questo marchio fu scritto in caratteri latini e non arabici più di un secolo fa. Caro Mainiero,quale tattica e quale forza possono opporsi a sì grande testardaggine?
Luigi Fassone
Camogli (Genova)

La forza del tempo e della conoscenza. ci vuole tempo.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • A. De Matthias (alias ADM)

    18 Novembre 2011 - 15:03

    Programmato ad hoc! L'avevo definito l'uomo glaciale, senza espressione. Oggi, Benny, è stato formidabile! Come Libero...e meno male che Libero c'è, ha riportato il suo "frasario" stereotipato. Ribadisco: Monti, programmato ad hoc! Tutti abbiamo presente...i robot. Rispondono ai comandi, secondo impulsi precostituiti,altamente e tecnologicamente avanzati. Roba da Nasa. Siamo stati catapultati...nell'era glaciale X o alla formuletta di Einstein, incomprensibile ai più! O, molto semplicemente dalla "padella alla brace" Aiuto, Libero, non mollare! Dacci sotto e di brutto...come un pugile che si rispetti!!!

    Report

    Rispondi

  • ADM

    17 Novembre 2011 - 13:01

    ...quasi fossimo alla Corte dei Borgia! Formidabile l'articolo di oggi, su Libero, a proposito dell'identikit dei soloni!!! Impressione: ci hanno proprio "fregato"...nonostante...le apparenze! Questa gente ha primati, non proprio trasparenti, in ogni campo, politica compresa...non...per malefatte...ma perchè danno l'impressione di ciò che non sono, per ora...E'... il governo dei "ricconi", prima che dei "professoroni"! E' evidente...che non sono dei Robin Hood...Bravi prestigiatori: il trucco c'è, ma non si vede! In primis, il bravo Napolitano...che ha visto... oltre! Sono entrati nel governo...per difendere i loro interessi...questo, sembrerebbe! Non c'è un tecnico,un po' povero e un po' scemo?...nella caverna di Alì Babà?!!

    Report

    Rispondi

  • ADM

    17 Novembre 2011 - 11:11

    Giuramento dei "tecnici" ad effetti speciali, cinematografici: i giustizeri della notte, in versione elegante. Quasi inquietante. Abito scuro, ingessati, tanti cloni di una "politica tecnologica". Nel salone delle feste, in attesa del primo giro di valzer. Silenzio in sala.Rotto, ogni dieci minuti, dalle voci che giurano...fedeltà! Tutto sincronizzato: segretario che porge la penna, firma, controfirma e stretta di mano. Via un altro, sedici in tutto, i due mancanti, in viaggio di ritorno, per la nuova avventura. Quasi un rito di iniziazione di una setta! Rari i sorrisi...solo accennati...Autentici, si vedrà! Carica umana, si vedrà! E gli "scienziati"...sapranno essere buoni ministri? Si vedrà. O...solo "angeli vendicatori"...portatori di molte sventure?

    Report

    Rispondi

media