Cerca

L’ Europa è unita. Dalla stupidità

Mattias Mainiero risponde a Roberto Bellia

1
L’ Europa è unita. Dalla stupidità

 

Merkel sostiene che il futuro dell’Europa è nella sua unione politica. Vorrei farle una domanda: visto il suo comportamento in tema economico che sta paralizzando la Ue, in quanto volto esclusivamente agli interessi tedeschi, pensa che in futuro a un europeo non tedesco potrà mai venire in mente di eleggere come leader dell’Europa un cittadino germanico?
Roberto Bellia
e.mail

Beh, i cittadini europei non tedeschi nella loro storia hanno votato molti personaggi che non andavano votati, politici improvvisati, politici ignoranti, presuntuosi, corrotti, impresentabili. Chissà, procedendo lungo la strada del masochismo, in futuro potrebbero votare anche un cittadino germanico stile Angela Merkel, rigore a priori, ostinazioni, piccoli egoismi, contraddizioni e tutto ciò che sappiamo. Mai dire mai. Pensi un po’ a noi italiani: Antonio Di Pietro. Per carità, sarà onesto, altruista, animato dalle migliori intenzioni. Ma cosa si aspettava da Antonio Di Pietro chi lo ha votato (e in tanti lo hanno votato come fosse il salvatore della Patria)? E’ di sinistra Di Pietro? E’ di destra o centrodestra? Ha un vero programma politico? Chi è Tonino? Un oggetto politicamente misterioso a capo di un partito raffazzonato e più confuso di lui. In qualunque Paese, Di Pietro sarebbe stato una meteora. In Italia sta lì. E ci resterà. E gli ex comunisti, quelli più duri e puri, prigionieri di un brutto passato? A rigor di logica, erano destinati agli armadi della storia. Alcuni di loro sono arrivati persino al governo. E certi intramontabili ex dc? Che senso ha prendere a sberle (o a monetina in faccia) chi, a torto o a ragione, viene ritenuto responsabile di una politica corrotta e distorta e poi premiare i suoi discepoli che in quella politica erano immersi fino al collo? Ne abbiamo viste di tutti i colori, in Italia e in Europa. Abbiamo persino visto gente che contestava l’Europa a tutto spiano e poi si presentava, e si presenta, alle elezioni europee venendo pure eletto. Un domani potremmo vedere un figlioccio della Merkel a capo dell’Europa. Einstein diceva che due cose sono infinite, la stupidità umana e l’universo, e aggiungeva che sull’universo aveva ancora qualche dubbio. Einstein da questo Continente che ha dimostrato di saper essere a volte molto stupido fu costretto a fuggire. E comunque la Germania non è la Merkel. Solo un Paese che l’ha scelta come leader. Purtroppo.
mattias.mainiero@liberoquotidiano.it

 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ADM

    30 Gennaio 2012 - 12:12

    Vero, la Germania non è la Merkel, ma la Merkel è stata scelta dalla Germania, che piaccia o no ! Frau Merkel, ai germanici piace. Impersona bene...la valchiria combattente. Fino a...se nulla cambia...sostenere la campagna elettorale di Sarko! Attenti a quei due!!! Non si era mai visto!!! Quale diavoleria nasconde...la sua politica degli inganni? Il "male oscuro" è imprevedibile. Non è che userà la stessa tecnica, anche per l'Italia, nel 2013 ? Che già a...scriverlo...porta jella? Sempre da profana. Grazie. A.De Matthias

    Report

    Rispondi

media