Cerca

La marcia in più dei tedeschi

Mattias Mainiero risponde a Giancarlo Pinzi

5
La marcia in più dei tedeschi

Ma perché i tedeschi in  quattro giorni hanno già un nuovo presidente della Repubblica?
Giancarlo Pinzi
e.mail

Perché il loro sistema lo permette. Perché in Germania il presidente della Repubblica ha un ruolo chiaramente super partes e notarile e non è, come in Italia, un soggetto formalmente solo garante della Costituzione e di fatto molto attivo nei giochi politici. E perché i tedeschi sono tedeschi: pragmatici, con un grande senso del dovere e dello Stato, molto attenti alla cosa pubblica e, soprattutto, figli di Lutero e anche di Calvino, cioè di quella riforma protestante che ha come pratica conseguenza un forte rigore morale e la convinzione che il lavoro, l’impegno, la dedizione ad una causa e ad un principio (nel bene e purtroppo anche nel male) siano un dovere verso Dio, prima ancora che verso se stessi e la società in cui si vive. Dati i presupposti, il resto non può stupire: un presidente esce di scena e un altro presidente prende il suo posto. Il tutto rapidamente, perché l’interesse nazionale richiede rapidità e non infinite discussioni. E forse per questo, al di là di certe spigolosità caratteriali e certe impuntature (anche queste figlie di Lutero), i tedeschi sono benvoluti nel mondo. La Bbc ogni anno conduce un sondaggio ponendo a migliaia  di persone delle più svariate provenienze geografiche la stessa domanda: quale Paese, secondo lei, dovrebbe avere maggior influenza e peso internazionali? In altri termini: quale è il Paese nel quale nutre maggior fiducia? Per due volte consecutive la maggioranza degli intervistati ha risposto: la Germania. Questione di affidabilità. I tedeschi avranno pure la Merkel come cancelliera e qualche presidente un po’ così, però, quando c’è da scegliere un popolo serio, stanno sempre in prima fila, anche perché i loro presidenti li fanno in quattro giorni e non in quattro mesi. P.S. Alla Bbc, il sessantasette per cento degli italiani ha espresso il proprio consenso per la Germania. E se lo diciamo noi, dopo tutto ciò che la Germania ultimamente ci ha combinato, vuol dire che è proprio vero: i tedeschi hanno una marcia in più, anche quando sbandano e combinano guai e tragedie inenarrabili. Sono fatti così. Sono teutonici. O prendere o lasciare. Noi li abbiamo presi. E ora dobbiamo tenerceli.
mattias.mainiero@liberoquotidiano.it

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ADM

    23 Febbraio 2012 - 10:10

    chiedo venia per l' "arroganza " del precedente commento. Poi il flash. Non poteva essere pubblicato.I canali TV non sono...tutti uguali. Esistono lacci che non si possono ignorare. Ha capito dove voglio arrivare. Orribile poi quel maiuscoletto che , credo, di non aver mai usato! Grazie. A.De Matthias

    Report

    Rispondi

  • ADM

    22 Febbraio 2012 - 16:04

    ....ma come, insiste in una becera forma di "sudditanza"? Noooo, non è da lei, non mi deluda...LA PREGO:...A.De Matthias

    Report

    Rispondi

  • ADM

    22 Febbraio 2012 - 15:03

    Mi meraviglio...che non abbia pubblicato! Che si possa dire che i "...trentini sono fermi al mazzolin di fiori...e, che il Trentino è un maso chiuso, non so che guardano alla sera..." mi è sembrata un'idiozia...unica...e, non aggiungo altro.Da Capricorno, ribadisco e mi ...incavolo!!! Sempre quel "politicamente corretto"...che è solo un'ipocrita nefandezza...e, mi taccio...ancora!!! Sono certa che ha letto il commento...e mi dà ragione...ma....mi consenta un misero sfogo. Grazie.Annamaria De Matthias

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media