Cerca

Chef stellati

La nuova frontiera
della gastronomia italiana

Gli appuntamenti da non perdere in Toscana e nella Costiera Amalfitana

Chef a 4 mani

 

La nuova frontiera della gastronomia italiana di alto livello è mettere insieme due chef stellati per cene a quattro mani in location prestigiose. I prossimi appuntamenti da non perdere si terranno il 18 maggio. Il campano Michele Gioia del ristorante The Cesar (1 stella Michelin) dell’hotel La Posta Vecchia di Ladispoli (una dimora del ‘600, appartenuta ai principi Orsini e poi a Jean Paul Getty, immersa in un parco secolare; www.lapostavecchia.com) ospiterà il collega toscano Andrea Matti del ristorante La Magnolia (1 stella Michelin) dell’hotel Byron di Forte dei Marmi per un trionfo di sapori mediterranei. Il menù (a 95 euro, vini esclusi), tutto a base di prodotti DOP, spazia dal carpaccio di gamberi rossi con caviale Asetra e polvere di erba cipollina fino al risotto agli asparagi con lingotto d’oro di pecora e liquirizia, dagli gnocchi croccanti al limone e zuppa di mazzancolle al sapore di carciofi fino alle capesante e galletta croccante con crema di mele e patate affumicate. 

Più a sud, in Costiera Amalfitana, Pino Lavarra del ristorante Rossellinis (2 stelle Michelin) di Palazzo Sasso a Ravello (una villa del XII secolo a 350 metri sul livello del mare, con un Lobster Bar che offre una selezione di 70 Martini; www.palazzosasso.com) ospiterà invece Antonio Guida del ristorante Il Pellicano (2 stelle Michelin) di Porto Ercole per un menù a ricette alternate. Entrambi di origini pugliesi e con esperienze in Europa e Oriente, rielaborano in modo creativo i piatti della tradizione. Così si potranno gustare (a 150 euro, inclusi i vini scelti dal sommelier Roberto Adduono), dopo un Blody Mary con ostriche, tra l’altro, ravioli farciti con crostacei e cioncia pistoiese al finocchio marino, piccione affogato con fegato grasso e crema di mais di brioche e gnocchi al frutto della passione con salsa al latte di mandorla e biscotti alle arachidi salate.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400