Cerca

I batteri dello yogurt aiutano

a combattere il diabete

I batteri dello yogurt aiutano

I micro batteri dello yogurt, gli ormai noti bifidobatteri o fermenti lattici che compongono la flora batterica intestinale, possono contribuire a prevenire obesità e diabete. Dei ricercatori finlandesi hanno, infatti, osservato che nella flora intestinale dei bambini che da piccoli avevano molti bifidobatteri nell'intestino erano normopeso, quelli in cui prevaleva il batterio 'cattivo’ stafilococco avevano almeno 4 chili in più. L'alimentazione, attraverso il consumo di probiotici come tali o di cibi che ne favoriscono lo sviluppo (gli alimenti ricchi in fibre vegetali come frutta, verdura e cereali integrali) può avere perciò un ruolo importante nella prevenzione e nella cura di obesità e diabete, le due epidemie del nostro secolo: se ne è parlato a Riccione durante il Congresso panorama diabete della Società italiana di diabetologia, dove una giornata di lavori è stata dedicata proprio agli effetti preventivi e terapeutici di ciò che mangiamo. “In passato pensavamo che la flora intestinale 'buona’, ovvero i probiotici o fermenti lattici, esercitasse i suoi effetti positivi solo a livello locale, sulla mucosa intestinale”, spiega Rosalba Giacco, ricercatrice dell'Istituto di scienza dell'alimentazione del Cnr di Avellino. “Oggi sappiamo – conclude la ricercatrice –  che i fermenti lattici producono acido acetico, propionico e butirrico: i primi due vanno nella circolazione sanguigna e regolano la produzione epatica di glucosio e grassi come colesterolo e trigliceridi, l'acido butirrico »nutre« e protegge le cellule intestinali”. Gli effetti positivi perciò si hanno in tutto l'organismo; se invece è la flora batterica 'cattiva’ a prendere il sopravvento, si ha la produzione di tossine che riducono l'attività dell'insulina e promuovono la sintesi di colesterolo e trigliceridi e il conseguente accumulo di grasso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog