Cerca

La Cina pronta alla clonazione alimentare

Confagricoltura avverte sui rischi dello "shopping scientifico" asiatico

La Cina pronta alla clonazione alimentare
"La forte accelerazione della Cina nella ricerca biotech, per cui le produzioni tipiche Made In Italy potrebbero essere perfettamente riprodotte a breve scadenza prepara drammatiche conseguenze commerciali per il nostro Paese". A lanciare l’allarme sullo "shopping scientifico" è Confagricoltura, secondo cui il Paese asiatico "sta facendo incetta di genomi in giro per il mondo", con il chiaro obiettivo di comprendere i segreti più profondi degli organismi, "porre le basi per la ricerca applicata, acquisire un vantaggio tecnologico e conoscitivo formidabile".
Libero-news.itLibero-news.it

La Cina fa incetta di genomi in giro per il mondo



L’avvertimento arriva dopo la presentazione, in anteprima mondiale, del genoma sequenziato del primo vitigno autoctono, la Corvina tipica del vino Amarone. Secondo i due ricercatori del Centro di Genomica Funzionale dell’Università di Verona, Massimo Delledonne e Mario Pezzotti: "Il pericolo cinese è reale e andrà a incidere significativamente nei prossimi anni sul nostro export agroalimentare. E’ quindi necessario incrementare l’attività di ricerca presso i nostri centri di eccellenza e successivamente trovare le formule idonee per proteggere il Dna delle nostre tipicità".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • roda41

    04 Marzo 2010 - 22:10

    prima che ci distruggano con tutto quello che immettono e smerciano in giro,tra adulterazioni,prodotti nocivi,pure per bambini,incivilmente ,speriamo crepino per primi loro! e mi fanno nausea i nostri produttori,che pur di risparmiare,a nostro rischio e pericolo,si servono di loro.Ma chi ci protegge?enti vari, garanti,tutori,polizia,carabinieri .....come?se stiamo sempre più rovinati?

    Report

    Rispondi

blog