Cerca

Il peperoncino combatte il dolore

La sostanza che produce sensazione di bruciore è simile all'Olme prodotta dal corpo umano

Il peperoncino combatte il dolore
Il peperoncino può combattere il dolore. Lo sostengono i ricercatori dell’Università del Texas in uno studio sulle nuove terapie antidolore pubblicato sul Journal of Clinical Investigation.

La tesi, all'apparenza bizzarra, nasce dalla scoperta di una somiglianza tra la sostanza prodotta dal corpo umano che prova dolore e quella contenuta nel peperoncino, che provoca la sensazione di bruciore al gusto, ovvero la capsaicina. Il corpo produce una sostanza chiamata Olem che agendo su recettori specifici provoca la sensazione. Gli studiosi hanno scoperto che, somministrando capsaicina a topi privati del gene che produce i recettori, gli animali diventavano insensibili alla sostanza.

Gli esperti sono quindi al lavoro per realizzare un farmaco che riesca a bloccare i recettori anche nell’uomo: "E' un’importante scoperta nel campo del dolore", ha spiegato Kenneth Hargreaves, autore della ricerca, "se riusciamo a bloccare questo meccanismo con una nuova classe di antidolorifici che non creano dipendenza potremo trattare diversi tipi di dolore, da quello associato al cancro alle artriti alla fibromialgia". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog