Cerca

È arrivato il superpomodoro anti-età

Si tratta di una varietà senza Ogm ma che ha una alta concentrazione di licopene, un antiossidante che previene tumori e malattie cardiovascolari

È arrivato il superpomodoro anti-età
Passa dal pomodoro l'elisir di lunga vita. È stato servito nel piatto per la prima volta questa mattina il superpomodoro: si tratta di un naturale rimedio contro invecchiamento e malattie. La sua efficacia nasce dal fatto che contiene  una quantità di licopene superiore al 50% rispetto agli altri pomodori. Questo, dunque aiuta nella prevenzione delle malattie cardio-vascolari e tumorali. Ma non solo: ritarda l'invecchiamento delle cellule del corpo. La novità arriverà presto anche sul mercato, grazie alle cooperative e ai consorzi che aderiscono al progetto per "Una filiera agricola tutta Italiana", è stata presentata in occasione dell’Assemblea della Coldiretti nell’ambito del Salone dell’Innovazione nella tradizione.

«Si tratta - sottolinea la Coldiretti - di una varietà senza organismi geneticamente modificati (Ogm), che vanta una concentrazione superiore del 50 per cento di licopene, un carotenoide di cui viene riconosciuto l’effetto antiaging. Una sostanza che svolge un’azione antiossidante superiore al betacarotene. Da un numero sempre maggiore di studi- spiega la Coldiretti - sta emergendo come il licopene sia in grado di comportare una serie di benefici per la salute, aiutando a prevenire alcuni tipi di tumore e malattie cardiovascolari e ritardando l’invecchiamento delle cellule del corpo».

Il superpomodoro, che ha una pezzatura delle bacche di circa 70 grammi e una forma squadrata, è stato coltivato per adesso dalle aziende agricole in Emilia Romagna e Lombardia e sarà trasformato nelle strutture cooperative e nei consorzi al fine di ottenere passate e polpe ad alta concentrazione di licopene. «Il suo contenuto e la capacità di assorbimento aumenta infatti considerevolmente in tutti i derivati del pomodoro poichè la cottura del frutto (sia casalinga sia industriale) risulta positiva per la stabilità della molecola, anche rispetto a quella della vitamina C - prosegue Coldiretti - Varie ricerche dimostrano che il corpo può assorbire più efficacemente il licopene dopo che esso è stato trasformato in succhi, sughi, concentrati o ketchup. L’innovazione è una dimostrazione concreta dell’importanza che ha il rapporto diretto tra produttori agricoli e consumatori anche nel favorire il trasferimento dell’innovazione dal campo alla tavola. Un risultato al servizio del progetto della Coldiretti per la filiera agricola tutta italiana che punta ad offrire prodotti al cento per cento italiani firmati dagli stessi agricoltori».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog