Cerca

Italia, in tavola è record di prodotti biologici

Secondo i dati, diffusi da Coldiretti, i "nuovi" alimenti registrano un aumento del 9%. Pane e prodotti per la prima colazione al primo posto

Italia, in tavola è record di prodotti biologici

I prodotti biologici sembrano trainare la ripresa dell'economia sulle tavole degli italiani, registrando un aumento record del 9% negli acquisti di ogni famiglia, nel corso di quest'anno. E' quanto afferma Coldiretti sulla base dei dati Ismea AcNielsen in merito agli acquisti domestici di prodotti confezionati nel primo semestre del 2010.
Le migliori performance si registrano negli alimenti per l'infanzia, con un +31%, per pane e sostituti, con un +19% e per i prodotti per la prima colazione, con un +17%. E le categorie che vengono sempre più consumate sono il miele, con un incremento del 14%, i prodotti lattiero caseari, con un 11%, l'olio, con un +10%, le uova, con un 8%, la pasta e il riso, con un 8%.

L’organizzazione degli imprenditori agricoli ha spiegato che "in Italia il biologico sviluppa un giro di affari stimato in 3miliardi di euro attraverso vendite al dettaglio in negozi specializzati, supermercati, vendite dirette delle aziende agricole e mercati degli agricoltori di campagna Amica, verso i quali si registra un interesse crescente data l'assenza di intermediazione che garantisce il miglior rapporto prezzo-qualità". Per quanto riguarda il 2009 si è verificato "l'aumento del 32 % delle aziende agricole dove è possibile acquistare direttamente, del 22% degli agriturismi e il boom dei mercati degli agricoltori, evidenziati da Biobank, che confermano la forte crescita di un segmento della popolazione che non si accontenta di acquistare biologico, ma che vuole conoscerne anche la provenienza".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • misspina

    16 Settembre 2010 - 14:02

    sembra che la gente cominci a capire, anche se costano di piu, i prodotti bio ti danno piu siurezza per la nostra salute

    Report

    Rispondi

blog