Cerca

Golf, al via il San Raffaele

I fondi devoluti in beneficenza

Golf, al via il San Raffaele
Prenderà il via il 15 febbraio il trofeo di golf San Raffele 2009 – Isola di Mauritius. 30 tra i maggiori golf club italiani ospiteranno altrettante tappe del torno che unisce questo sport al turismo grazie ad alcuni tra i più prestigiosi rappresentanti del settore a Mauritius come Air Mauritius, Beachcomber Hotels e l’ente del turismo dell’isola africana.
La prima tappa avrà luogo il prossimo 15 febbraio al Golf Club Riva dei Tessali di Metaponto, a Taranto. Il torneo prevede la formula di gioco 18 buche Stableford 2 Categorie. La finale si disputerà il 31 ottobre presso il Golf Club di Croara, in provincia di Piacenza.
La partnership con l’Ospedale San Raffaele di Milano consentirà di sostenere una importante iniziativa di carità: parte delle iscrizioni saranno devolute a favore della Fondazione Areté Onlus del San Raffaele per finanziare il progetto di ricerca sulla Sindrome adreno genitale del reparto di Endocrinologia Pediatrica.
Causata da un difetto enzimatico trasmesso geneticamente che riguarda la sintesi degli ormoni prodotti dalle ghiandole surrenali, la Sag è una delle più frequenti endocrinopatie infantili. Il progetto di ricerca sviluppato dall’Ospedale San Raffaele grazie al lavoro del Centro di Endocrinologia dell’infanzia dell’Università Vita – Salute San Raffaele diretto dal Prof. Giuseppe Chiumello, si propone di colmare le lacune ancora esistenti su questa patologia.
L’Isola di Mauritius non è nuova a progetti golfistici e anno dopo anno vengono selezionate iniziative che siano in linea con l’alto profilo della destinazione e con i prestigiosi partner coinvolti.
La stessa offerta golfistica dell’isola ha radici lontane e rinomate. Sin dal 1844, anno in cui questo sport approdò sull’isola e fu fondato il Gymkhana Golf Club, il golf è di casa a Mauritius. L’isola si può sicuramente considerare la meta d’eccellenza dell’Oceano Indiano per i golfisti: qui sono presenti 13 campi da golf, di cui 8 a 18 buche e 5 a 9 buche, circondati dalla lussureggiante vegetazione tropicale o situati tra dolci pendii che scendono verso l’oceano. Ogni campo offre il giusto equilibrio tra difficoltà e gratificazione, ogni buca ha una vista incantevole, sia sull’oceano che sulla natura circostante e, grazie ad una temperatura sempre mite, i golfisti possono praticare il loro sport preferito tutto l’anno

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog