Cerca

Gatti

Come insegnare ad usare la lettiera

Il caso: Due gatte, mamma e figlia, adottate entrambe nel 2004. La mamma era già adulta e la figlia era cucciolina.

A tutt'oggi la figlia insiste nel fare pipì in giro per casa, specie sul letto o sul divano.
Provato con i repellenti ma non è servito. Come risolvere questo problema?
Un gatto nella sua cuccia

Il gatto, in natura, usa spazi diversi per le feci e per le urine. Per questo motivo, le lettiere in casa devono essere tante quanto il numero dei gatti più una di emergenza. Ad esempio, se abbiamo due gatti dobbiamo averne almeno tre. 

Una raccomandazione della comportamentalista Costanza De Palma: puliamole con molta cura ogni giorno utilizzando una paletta chiusa per non far cadere i granelli sporchi; è importante usare una sabbia molto fine e messa in abbondanza in ciascuna lettiera perché il gatto ama scavare e seppellire i propri bisogni. Sono sconsigliate lettiere in cristalli perché trattengono il cattivo odore e obbligano il nostro micio a trovare altri “luoghi”. 

Inoltre, è preferibile scegliere lettiere aperte da mettere in zone isolate ed in penombra. Nelle zone dove il nostro gatto tende ad urinare di più, possiamo mettere dei faretti perché la luce è un ottimo deterrente. Infine, possiamo utilizzare prodotti a base di feromoni per incoraggiare il gatto ad usare la lettiera, privi di controindicazioni ed effetti collaterali, da applicare alla presa di corrente nella stanza maggiormente "colpita"  dal nostro gatto.

di Costanza De Palma della redazione di QZlife.it

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog