Cerca

Gatti

Il British Shorthair

Bello, furbo e coccolone

Scopriamo questa particolare razza felina tranquilla, intelligente e affettuosa
british-shorthair

Il British Shorthair in origine, era il comune gatto di casa e di fattoria in Inghilterra. Grazie all’impegno degli allevatori e a un’accurata selezione degli esemplari più belli, oggi può sfilare a pieno titolo insieme ai felini più ‘blasonati’

Razza: British Shorthair

Origine: Gran Bretagna, 1880 -1890

Ascendenza: comuni gatti di strada, di fattoria, di casa

Altri nomi: Britannico Blu, British Blue

Peso: 4 – 5 kg la femmina, 7 – 8 kg il maschio

Ibridazioni: nessuna

Temperamento: socievole e rilassato

Impegno: sano, robusto e di buon carattere, flemmatico, autonomo ed estremamente adattabile, richiede solo le cure, le attenzioni e l’affetto indispensabili a ogni animale domestico. Poco esigente e per nulla ‘appiccicoso’, è anche capace di stare tranquillamente solo per ore, senza soffrire.

Cure mediche: eccezionalmente forte e robusto, discendente in linea diretta dal gatto comune che viveva in Inghilterra nelle case o nelle cascine di campagna, non presenta nessuno dei problemi tipici delle razze sottoposte a una selezione molto spinta.

Socialità: socievole e affettuoso, calmo ed equilibrato, non ama però le eccessive manipolazioni.

Pelo: anche se il mantello non richiede cure particolari, bisogna tener presente che il fitto sottopelo tende ad annodarsi, soprattutto nel periodo della muta, e che il pelo morto di copertura, più lungo e duro, va regolarmente rimosso a colpi di spazzola.

Testo di Giulia Settimo (riproduzione vietata)

Foto di Roberto Della Vite

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog