Cerca

Storie curiose

Animali ladri?

Ecco due storie da Arsenio Lupin

Il cane borseggiatore e il gatto col vizietto del furto, quando la realtà supera l'immaginazione
gatto-ladro

Si chiamano Joe e Clement e sono rispettivamente un cane e un gatto col vizietto del furto. Animali ladri? Sì, ma per loro è solo un gioco. 

Joe è nato a Napoli e, nonostante il grosso problema del randagismo, un amico umano l’aveva trovato, anche se non disinteressato. L’uomo, infatti, lo aveva addestrato a rubare i portafogli dalle borse delle signore che venivano sapientemente distratte. Ma la polizia, a un certo punto ha arrestato l’uomo e ha scoperto il suo complice che è finito dritto dritto in canile. Per fortuna una ragazza romana, intenerita dalla sua storia lo ha adottato. Oggi Joe è un cagnolino amato e curato, ma il suo vizietto ogni tanto torna a galla mettendo un po’ in difficoltà la sua proprietaria che, però, avverte preventivamente gli amici di controllare bene tutte le borse prima di andar via.

Nascondeva i soldi sotto il divano…

E se Joe ha avuto un abile maestro, Clement, gatto Siamese, il vizio del furto ce l’ha innato. Siamo in Polonia, in un rifugio per animali dove il gatto alloggia. La direttrice, Alina Celniak, ha incastrato il ladro che da qualche settimana alleggeriva la cassa per le piccole spese. Ha piazzato delle telecamere e lasciato dei soldi in bella vista. Allo scattare della mezzanotte Clement si è introdotto furtivamente nella stanza, ha preso le banconote e le ha nascoste sotto il divano. E proprio lì è stata ritrovata tutta la refurtiva delle settimane passate. “Meglio così”, avrà pensato la direttrice che conosceva il passatempo di Clement, ma non credeva fosse passato dagli oggetti di poco valore alle banconote. 

Gli animali ladri, dunque, esistono. Ma, al contrario delle persone, suscitano solo simpatia!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog