Cerca

L'appello

"Fate entrare i cani
al supermercato:
l'appello della Brambilla

"Fate entrare i cani al supermercato:l'appello della Brambilla

Consentire ai cittadini accompagnati da animali domestici di entrare liberamente nei supermercati. E' l'invito, formulato con una lettera aperta ai vertici dei principali gruppi della grande distribuzione operanti in Italia, dell'on. Michela Vittoria Brambilla, presidente della Lega Italiana per la Difesa degli Animali e dell'Ambiente. Dopo il successo dell'esperienza di Conad Adriatico - presentata dall'ex-ministro e dal direttore commerciale del gruppo lo scorso dicembre - che ha aperto le porte dei punti vendita agli amici a quattro zampe e addirittura ha predisposto carrelli della spesa con spazio a loro dedicato, l'on. Brambilla lancia la campagna "Sempre con me", rivolgendosi ai manager della grande distribuzione, per contribuire a rimuovere definitivamente divieti considerati ormai privi di valido fondamento.

"Nel corso di questi anni –scrive l'ex ministro - abbiamo ricevuto molte richieste e segnalazioni di cittadini che lamentavano l'impossibilità di accedere con il proprio quattro zampe all'interno di locali commerciali, uffici, esercizi pubblici, supermercati, mezzi di trasporto, spiagge, etc. Tali divieti vengono considerati una limitazione alla libertà di circolazione e non trovano valide giustificazioni nell'attuale contesto sociale". La parlamentare ricorda che, "secondo l'ultimo Rapporto Italia dell'Eurispes, quasi 4 italiani su dieci hanno in casa uno o più animali domestici. Nella grande maggioranza dei casi si tratta di un cane. "Sono numeri importanti- osserva - che evidenziano come la convivenza con i nostri piccoli amici sia un aspetto di grande rilevanza per molti cittadini. Perciò abbiamo ritenuto di farci interpreti delle istanze di coloro che chiedono di potersi spostare liberamente con il proprio animale domestico eliminando tali anacronistici divieti e abbiamo realizzato specifiche iniziative". Tra queste la campagna "Sempre con me" per un'Italia animal friendly" (#sempreconme), rivolta proprio alle catene della grande distribuzione con l'obiettivo di favorire l'accesso degli animali domestici nei punti vendita, nel rispetto delle attuali normative. "Già importanti brand della GDO – sottolinea l'onorevole - hanno aderito eliminando i divieti di accesso per i cani e offrendo dei servizi dedicati, come i carrelli per la spesa dove è anche possibile trasportare il proprio piccolo amico. L'iniziativa è stata particolarmente apprezzata dalla clientela e ha avuto anche un notevole riscontro positivo sui mass media". E in particolare sui social network, come dimostrano le numerosissime foto inviate dai cittadini con il proprio cane nel carrello dei vari supermercati italiani con tanti ringraziamenti all'On. Brambilla, pubblicate sulla sua pagina Facebook https://it-it.facebook.com/michelavittoriabrambilla.

L'iniziativa - Di qui l'invito ad aderire alla campagna "Sempre con me" rivolto a tutte le realtà commerciali italiane, alle quali la Lega Italiana Difesa Animali e Ambiente - associazione della quale l'ex ministro è presidente - offre anche la propria assistenza e collaborazione diretta per l'attuazione del progetto. "Si tratta - conclude l'on. Brambilla - di migliorare il servizio reso ai cittadini ed agli utenti, adeguandosi alla mutata sensibilità e alla nuova coscienza di amore e rispetto per gli animali che si è affermata nel paese. E può rappresentare anche un'interessante opportunità di crescita"

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ernesto1943

    16 Gennaio 2016 - 14:02

    dobbiamo sorbirci pure sta sciacquetta da strapazzo.poveri noi sottoposti giornalmente a continue violenze.

    Report

    Rispondi

  • libera62

    16 Gennaio 2016 - 13:01

    Questa persona è indecente. E' fuori dal mondo. Cara Brambilla l'occidente ammazza gli embrioni, trattando l' inizio della vita come se fosse uno scarafaggio fastidioso e poi si porta a spasso gli animali. Capito? Non una parola da nessuno a difesa della vita e questo abominio per trattare gli animali meglio delle persone, Io posseggo animali, ma non li confondo con le persone.

    Report

    Rispondi

  • lepanto1571

    16 Gennaio 2016 - 12:12

    I cani non sono colpevoli, ma i proprietari sono maleducati, asociali e arroganti e non puliscono dopo la defecazione. Per definizione gli animali sono sporchi e non mi sembra corretto che entrino nei luoghi dove le persone comprano il cibo. Il problema è parallelo a quello dei fumatori. Sempre maleducati e arroganti.

    Report

    Rispondi

  • vasilli

    16 Gennaio 2016 - 11:11

    be come cane potresti stare bene non so se si offende il cane al super mercato ,, ma i bambini nel bidone e i cani nel carrello ,,, ma la vergogna questa persona non l ààààààààà

    Report

    Rispondi

    • enriko

      16 Gennaio 2016 - 13:01

      aziona il cervello prima della lingua

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog