Cerca

La crociata

Lupi nel mirino, il piano di sterminio: Italia, come li ammazzano (per legge)

Lupi nel mirino, il piano di sterminio: Italia, come li ammazzano (per legge)

Sulle Alpi ci sono troppi lupi: la sentenza è irrevocabile. E così, se sugli Appennini si festeggia il ritorno dell'animale, più al Nord la sua presenza viene percepita unicamente come una minaccia. È in questo contesto che si studia un piano di abbattimento, il primo dal 1970, in difesa delle greggi, in deroga alla direttiva europea che lo tutela. Presto, sulle Alpi, potrebbe scattare una caccia al lupo. Per legge.

Lo scopo del piano che sta approntando l'Union Zoologica italiana per conto del ministero dell'Ambiente è quello di trovare un equilibrio tra gli animali e l'attività umana, mantenendo una "popolazione sana". Dunque, si spiega, ogni abbattimento verrà valutato caso per caso. "La bozza ha scontentato sia chi vuole eliminare il lupo sia chi chiede che sia protetto senza se e senza ma - ha spiegato a La Stampa Luigi Boitani, professore ordinario di Zoologia all'Università La Sapienza di Roma -. Per questo credo che sia stato fatto un buon lavoro", ha concluso.

La sostanza, però, non cambia: sulle Alpi, dal Piemonte al Trentino, il lupo viene considerato un pericolo poiché è impossibile contenerne l'aggressività nei confronti di pecore e altri animali, nonostante le difese quali reti, cani maremmani e recinti elettrificati. Dunque, l'obiettivo raggiunto dall'Operazione San Francesco voluta oltre 40 anni fa dal Wwf per riportare l'animale sui monti della penisola, ora, sembra vacillare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • RUGIA

    06 Febbraio 2016 - 13:01

    il lupo è un animale meraviglioso ingiustamente perseguitato x anni fino a quasi l'estinzione.Con grande fatica si è creato un ripopolamento del lupo autoctono, che vive nei monti sibillini in Abruzzo e si si è spostato fino alle alpi. Dovrebbe essere motivo di orgoglio, di tutela e creare attorno a lui un turismo che porterebbe denaro e rispetto! Idem x l'orso marsicano in Abruzzo unico al mondo

    Report

    Rispondi

blog