Cerca

I dati

Occhio al cagnolino, boom di furti. Ecco come li rapiscono (e ti ricattano)

Occhio al cagnolino, boom di furti. Ecco come li rapiscono (e ti ricattano)

Sono triplicati nel 2015 i furti di cani denunciati alle autorità. Quelli rapiti nelle case degli italiani nel corso del 2015 sono stati 4.930 contro i 1.700 dell'anno precedente, secondo i dati raccolti da Aidaa (Associazione italiana Difesa Animali e Ambiente) e incrociati con le denunce presentate. 

In particolare, riferisce l'associazione, i cani di cui è stato denunciato il rapimento tra le mura domestiche sono in maggioranza
chihuahua, pinscher e yorkshire. Non mancano però le segnalazioni di rapimenti domestici di bouledogue francesi. In 200 casi si è trattato di casi in cui sarebbe stato chiesto un riscatto.

Tra le regioni maggiormente prese di mira dai ladri primeggia la Lombardia seguita da Lazio e, a sorpresa, da Molise e Umbria.
Pochissimi i cani ritrovati solo 24 sui 4.930 rapiti. Nella stragrande maggioranza i cani prelevati hanno tra i 3 e i 6 anni e nel 75% dei casi sono di sesso femminile.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • filen

    filen

    24 Aprile 2016 - 14:02

    Chiedetelo ai cinesi che fine hanno fatto magari loro lo sanno eheh

    Report

    Rispondi

blog