Cerca

"Non vuoi più il cane? Uccidilo" Perugia, proposta politica choc

Membro del consiglio provinciale di Perugia propone una puntura letale da 50 euro per liberarsi dei cuccioli indesiderati

"Non vuoi più il cane? Uccidilo" Perugia, proposta politica choc
Se hai un cane di cui ti sei stufato o che, per diverse ragioni, non puoi più tenere la soluzione è semplice: sopprimilo. In questo modo si potrà risolvere quell'annoso problema dell'abbandono dei cani. Recita più o meno così la proposta choc del consigliere provinciale di Perugia, Giancarlo Carocci (di Umbria Tricolore, partito di estrema destra nato il 6 ottobre scorso). Una boutade, un errore, un fraintendimento? Nel senso Carocci non voleva dire questo, c'è stata un'incomprensione. Niente affatto. Le sue parole sono raccolte in un'intervista video della rubrica 'Voce agli animali' della trasmissione 'Mia' di Umbria Tv. E' lo stesso Carocci che davanti ai microfoni articola la proposta: "Si va da un veterinario e con una spesa di 40-50 euro fare una puntura: l'animale non soffre, ci sono meno spese per i Comuni e nessuno lascerebbe gli animali in giro". Inutile dire che di fronte a tale barbarie si sono scatenate le ire delle associazioni animaliste con tanto di petizione online per chiedere le dimissioni del consigliere.


Le scuse - Vista la legittima polemica che si è scatenata in relazione alla proposta, giungono tempestive le scuse del consigliere: "Le numerose reazioni di vasti settori del mondo animalista e non solo, che hanno fatto seguito a una mia dichiarazione – afferma – mi inducono a scusarmi con tutti per aver usato inopportune espressioni che, in verità, hanno superato e distorto il mio stesso pensiero". Ma per l'Ente nazionale protezione animali (Enpa) non basta chiedere venia e così ha dato mandato al proprio legale di denunciare il consigliere per istigazione a delinquere. "Giancarlo Carocci – sottolinea l'Enpa – ha un incarico istituzionale. Ciò presuppone che egli sia aggiornato sulle normative del nostro Paese. Ma visto che per sua stessa ammissione non è così, gli consigliamo, di iscriversi a un corso full immersion di diritto, prima di ingegnarsi con proposte tanto balzane quanto fantasiose".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • RUGIA

    09 Novembre 2011 - 21:09

    certe frasi a volte si fatica perfino a commentarle.......anzi a credere che qualcuno riesca solo a pensarle...una mente malata e cattiva, distorta! Che abbia preso spunto dalla sorella del ministro Tremonti....che qualche tempo fa aveva dichiarato ai giornali la stessa proposta..Certo è che quando si vuol apparire ...e non si è nessuno ....tutto è lecito .-...poveracci-!!!! sono le persone come queste che fanno del male all'ITALIA....ci fanno ritornare al medioevo, quando allora le creature si bruciavo....assieme alle "streghe". V E R G O G N A !!!! Gandhi scrisse che la civiltà di un popolo si vede da come tratta i suoi animali.

    Report

    Rispondi

  • boss1

    boss1

    08 Novembre 2011 - 18:06

    io purtroppo l'eutanasia (la puntura mortale dopo anestesia totale ) l'ho dovuta far fare al mio amato e indimenticato BOSS perchè malato terminale, esperienza che non rifarei per tutti l'oro del mondo se ci ripenso non mi vergogno a dirlo che ancora mi viene da piangere. se vuoi farti la puntura su di te di dò l'indirizzo del mio vet.

    Report

    Rispondi

  • rickyork

    08 Novembre 2011 - 15:03

    Giancarlo Carocci consigliere comunale a Perugia, la tua proposta non fa una piega, se però vale anche se siamo stufi di te.

    Report

    Rispondi

  • giux2010

    08 Novembre 2011 - 15:03

    non capisco che cè di male... alla fine uno non dev'essere obbligato a tenere un cane... niente di male a sopprimerlo!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog