Cerca

Il mammut presto tra noi: verso clonazione della bestia

Un pool di scienziati russi e della Corea del Sud lavora per creare in laboratorio l'animale estinto: "Un lavoro duro"

Il mammut presto tra noi: verso clonazione della bestia

Lo avete mai visto un mammut? Sicuramente no. Ma il giorno in cui potreste imbattervi nella bestia preistorica potrebeb avvicinarsi. E' stato infatti firmato un accordo tra eminenti scienziati russi e sudcoreani per collaborare agli sforzi per clonare l'animale estinto. Vasily Vasiliev, dell'Università federale del nord est della Repubblica di Sakha, ha sottoscritto il patto per la clonazione del mammut con Hwang Woo-Suk, esperto sudcoreano. Hwang è celebre per aver clonato il primo cane al mondo e per i suoi sforzi sulle cellule staminali umane, studi che hanno prodotto enormi passi avanti nella partogenesi. La Hwang Sooam Bioetch Research Foundation trasferirà la tecnologia necessaria per la ricerca all'università Vasiliev, che è già al lavoro con dei ricercatori giapponsi per la clonazione del mammut. Un collega di Hwang ha spiegato: "Questo sarà un lavoro molto duro, ma crediamo che sia possibile perché il nostro istituto è all'avanguardia nella clonazione di animali".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • franziscus

    24 Marzo 2012 - 14:02

    che non gli venga in mente a nessuno di clonare la rosy. Per carità, una già fino a troppo.

    Report

    Rispondi

  • vittoriomazzucato

    19 Marzo 2012 - 11:11

    Sono Luca. Trovo il commento di roberto19 irrispettoso, ma pieno di tanta verità. La clonazione sarebbe bellissima del mammut e se si potesse fare anche per altri animali preistoirici.

    Report

    Rispondi

  • roberto19

    roberto19

    17 Marzo 2012 - 16:04

    di queste miracolose clonazioni non dite niente alla Bindi altrimenti è la fine. Ma fosse questo il motivo per cui si sta rifacendo il trucco nella beauty farm di Cortina?

    Report

    Rispondi

blog