Cerca

Milano

LA TELA DEL RAGNO

Conferenza sulla prevenzione e il contrasto della violenza psicologica e fisica

1 Giugno 2018

0
LA TELA DEL RAGNO

La tela del ragno è un brano di Gianluigi "Cabo" Cavallo, cantautore e cantante ex frontman della più famosa e storica rock band italiana i LITFIBA. Utilizzo questo nome per l'articolo che state leggendo perché è stato proprio Gianluigi a presentarmi Cinzia Mammoliti, criminologa di fama nazionale, autrice di diversi libri. Proprio in occasione della presentazione a Crema dell'ultimo libro di Cinzia Nella trappola di uno psicopatico, è nata l'idea di organizzare una conferenza a tre per parlare di tematiche, purtroppo di estrema attualità: violenza psicologica e fisica.

Traslando l'evento nel mondo rock, un trio inedito: un rocker e imprenditore nel ramo informatico, una criminologa autrice di romanzi e un insegnante di sicurezza e difesa personale creatore del Metodo BSD Evolution, daranno vita un uno show ribelle, non convenzionale. Non aspettatevi la solita conferenza frontale, basata su sola teoria, dati e analisi. 

Affronteremo l'argomento in modo reale, diretto e concreto senza retorica, buonismo e utopia, come solo il vero rock sa fare, senza peli sulla lingua.

Tutti e tre siamo in un momento creativo, Cinzia sta presentando l'ultimo romanzo ed è un vulcano in attività, Cabo sta sfornando il prossimo album che mira a sconvolgere gli equilibri del rock italiano, che come sappiamo non sta vivendo un periodo di particolare splendore e il sottoscritto ha appena immesso sul mercato un metodo di autodifesa veramente rivoluzionario perché tratta la sicurezza personale a 360° non solo da un punto di vista fisico ma anche psicologico.

Gli ingredienti per una serata esplosiva ci sono tutti.

La serata è stata organizzata dalla Global Humanitaria Italia Onlus, un’associazione internazionale che persegue finalità di solidarietà sociale rivolta in particolare ai paesi del Sud del mondo, e dal 2015 anche in Italia con un progetto: “La violenza psicologica uccide. Fermiamola ora!”. La violenza fisica, ma soprattutto quella psicologica, rappresenta un costrutto ampio e complesso che va oltre lo stereotipo di donna/vittima – uomo/carnefice.
Contrariamente all’immaginario collettivo e al rinforzo mediatico di questo stereotipo, il ruolo di vittima riguarda, oltre le donne, uomini e bambini di entrambi i sessi.
Questo significa che forse è giunta l'ora di parlare di VIOLENZA IN GENERE più che di VIOLENZA DI GENERE anche per poter ampliare l'ambito di tutela.

L'evento è a sostegno del progetto Basta Violenza psicologica con il contributo di Fondazione CARIPLO.

Vi aspettiamo mercoledì 6 giugno alle ore 19 presso ARTE E GUSTO in via Vittadini 31 a Milano.

Andrea Bisaschi

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media