Cerca

Salute

Le influenze stagionali dei bambini

E' giusto fare di tutto per evitarle?

I consigli degli esperti di Mondokids.it sulle influenze stagionali nei bambini più piccoli
2
Influenze stagionali bambini
I consigli degli esperti di Mondokids.it sulle influenze stagionali nei bambini più piccoli

Le piccole malattie che colpiscono i bambini piccoli durante la stagione autunnale e invernale, come febbre, mal di gola, tosse, raffreddore, ecc., non sono un male, se mai un bene.

E' dimostrato scientificamente che ammalarsi da piccoli delle influenze stagionali rende più difficile ammalarsi da grandi di malattie più gravi. Questo perché le nostre difese immunitarie, se non hanno avuto l'occasione di esercitarsi contro virus e batteri durante l'infanzia, nelle età successive possono prendere la cattiva abitudine di aggredire il nostro stesso organismo.

Inoltre, tutte queste piccole malattie, giorno dopo giorno, consentono all'organismo di accumulare anticorpi fino a costituire un patrimonio tale da proteggerlo per tutto il resto della vita.

In conclusione, i genitori, forse pressati dai loro impegni e dalla frenesia della vita quotidiana, spesso sottovalutano quanto per un bambino sia utile, e anche in un certo senso bello, avere un paio di giorni di febbre e passarli a casa curati e coccolati, per poi reagire e stare meglio di prima.


di Vincenzo Calia, pediatra di Mondokids.it


Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lalla00

    21 Novembre 2014 - 15:03

    sulla guida il nostro comune riesco a ricercare notizie interessanti sulla salute http://www.012345.com/salute_home/11/l+impegno+della+fondazione.html

    Report

    Rispondi

  • gianko

    01 Novembre 2012 - 19:07

    e aggiungo, ma lo dovrebbero sapere ormai tutti, che l'allatamento al seno (meglio se per un bel po' di mesi) costituisce il più bel regalo che la madre possa fare a suo figlio, appunto perchè aumenta molto le difese immunitarie del bambino; uno dei motivi (ma ce ne sonoo altri) è la presenza di un enzima, la Lisozima, che manca nel latte vaccino; so per certo che molti pediatri non lo prescrivono(forse manco la conoscono).. e si fanno pure pagare lautamente..

    Report

    Rispondi

media