Cerca

cerco-lavoro

Emilia Romagna: 700 posti di lavoro per nuovi ricercatori

Emilia Romagna: 700 posti di lavoro per nuovi ricercatori

Bologna, 28 dic. (Labitalia) - Si chiude l'anno, in Emilia Romagna, con la certezza di poter sostenere più di 700 posti di lavoro per nuovi ricercatori. Sono questi i risultati dei primi due bandi del Programma operativo del Fondo di sviluppo regionale (Por Fesr 2014-2020) già conclusi, le cui graduatorie usciranno tra gennaio (laboratori) e febbraio (imprese). E' quanto si legge in una nota dell'amministrazione regionale.

"Complessivamente, la Regione Emilia-Romagna -spiega la nota- stanzia 107 milioni per ricerca industriale e sviluppo, internazionalizzazione, start up e attrattività di imprese. A questo 'pacchetto' di investimenti si aggiungono i 58 milioni per il tecnopolo di Bologna a completamento della Rete Alta Tecnologia regionale". I risultati sono stati presentati questa mattina in conferenza stampa dal presidente della Regione, Stefano Bonaccini, e dall’assessore alle Attività produttive, Palma Costi.

“Due bandi per la ricerca e l’innovazione a distanza di pochi mesi dal via libera di Bruxelles alla programmazione dei fondi europei fino al 2020 è uno straordinario risultato", ha detto il presidente Bonaccini. "Andare in velocità -ha aggiunto- significa mettere a disposizione da subito decine di milioni di euro per le imprese, le università e i centri di ricerca e garantire la creazione di centinaia di posti di lavoro per i ricercatori e le ricercatrici".

"Nel corso del 2016 - ha annunciato - ci saranno inoltre importantissimi investimenti per sostenere l’internazionalizzazione delle nostre imprese e per attrarne di nuove che vogliano venire ad investire in Emilia-Romagna. I dati sulla disoccupazione scesi dopo tanto tempo sotto l’8 per cento, ci dimostrano che stiamo andando nella direzione giusta".

"Con questi due primi bandi -ha detto l’assessore Costi- vogliamo essere protagonisti del cambiamento: crediamo sia importante dare risposte in velocità, per dare un segnale al territorio e per supportare la ripresa dall'economia regionale legata all'incremento occupazionale".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog