Cerca

cerco-lavoro

Openjobmetis, al via area specializzata Agroalimentare

Openjobmetis, al via area specializzata Agroalimentare

Roma, 17 feb. (Labitalia) - Sostenere lo sviluppo e la crescita del settore dell’agricoltura, accrescere le opportunità del lavoro in somministrazione per il comparto e promuoverne il valore economico e sociale, analizzando il contesto di riferimento del lavoro in somministrazione in Europa e in Italia. Per rispondere alle esigenze di questo particolare ambito del mercato del lavoro, Openjobmetis ha deciso di rafforzare la propria struttura con Agroalimentare, la nuova area specializzata che si occuperà della ricerca e selezione di risorse altamente specializzate per attività stagionali, anche di breve o brevissima durata.

E questi temi saranno al centro del Forum 'Attiviamo Lavoro - Le potenzialità del lavoro in somministrazione per il settore dell’agricoltura', che si terrà il 23 febbraio (dalle 9,15 alle 13), a Roma, presso la Sala Polifunzionale di Palazzo Chigi.

Organizzato da The European House - Ambrosetti su richiesta di Assosomm, Associazione italiana delle agenzie per il lavoro, il convegno vedrà la partecipazione di Roberto Formigoni (presidente commissione Agricoltura e Produzione agricola del Senato), Ezio Veggia (vicepresidente nazionale Confagricoltura), Stefano Mantegazza (segretario generale Uila), Arturo Maresca (professore ordinario di Diritto del lavoro, Università 'La Sapienza' di Roma), Eufranio Massi (direttore Dottrina Lavoro), Rosario Rasizza (presidente Assosomm e amministratore delegato Openjobmetis), Maurizio Sacconi (presidente commissione Lavoro e Previdenza sociale del Senato).

Il servizio Agroalimentare di Openjobmetis è attivo in tutta Italia nei settori ortofrutticolo, vitivinicolo, florovivaistico, zootecnico e industria alimentare. Numerose le mansioni che l’area specializzata ricerca: addetti alla raccolta di prodotti ortofrutticoli, alla potatura, alla lavorazione del pesce e delle carni, al diradamento del frutteto, alla cernita di frutta e verdura, a cui si aggiungono agronomi, cantinieri, giardinieri, trattoristi etc..

Attualmente, l’area Agroalimentare ha già avviato le selezioni per tecnici commerciali nelle province di Cuneo, Asti, Trento e Latina. I candidati, oltre a possedere una laurea in agraria, biologia, chimica organica o tecnologie agroalimentari, devono possedere competenze in ambito botanico, batteriologico e spiccate doti di vendita. Non solo, ma nelle zone vitivinicole del Piemonte, nel bresciano, veronese e nella bassa friulana si ricercano potatori con buona conoscenza delle tecniche di potatura e addetti alla manutenzione di spazi verdi, in grado di operare secondo le regole agronomiche nella manutenzione di parchi e giardini e con buone conoscenze delle patologie del manto erboso.

In tutta Italia, infine, la nuova area seleziona agronomi con esperienza di vendita che supporteranno l’area manager di riferimento. Per queste selezioni è previsto un inserimento iniziale con contratto di somministrazione a tempo determinato con possibilità di assunzione diretta per i ruoli commerciali di vendita.

L’area Agroalimentare di Openjobmetis opera nell’interesse e a tutela del lavoratore e dell’azienda, al fine di garantire, ogni giorno, il rispetto delle normative in materia di lavoro, la completa tutela giuslavoristica, la trasparenza nei costi, percorsi formativi personalizzati e gratuiti per le risorse e a costo zero per le aziende, la possibilità di assumere il lavoratore con contratti giornalieri, mensili o annuali in base alle necessità di lavoro aziendali, e la gestione quotidiana delle pratiche amministrative.

“Le analisi di mercato confermano che il comparto agroalimentare negli ultimi anni è cresciuto in modo continuativo, sia nella produzione che nell’export, e richiede risorse competenti che ci proponiamo di selezionare, proprio grazie alla neonata area specializzata, senza mai venir meno allo ‘stile Openjobmetis’ che ci contraddistingue da sempre e si fonda sul pieno rispetto delle normative e delle persone", dichiara Rosario Rasizza, amministratore delegato di Openjobmetis.

"Inutile nascondersi dietro un dito: troppe volte - avverte - le cronache ci raccontano di sfruttamenti e irregolarità a danno del lavoratore, situazioni che si ripercuotono anche sull’immagine del datore di lavoro. La somministrazione è sinonimo di tutela, trasparenza e formazione professionale, e permette a chiunque abbia le carte in regola di poter intraprendere la propria carriera".

"Il Forum ‘Attiviamo Lavoro’, che in qualità di presidente Assosomm ho voluto e promosso, ci offrirà un’occasione importante per parlare di opportunità e crescita per il settore e di ribadire di fronte alle istituzioni e agli addetti ai lavori del comparto agricolo le grandi potenzialità della somministrazione e della buona flessibilità”, aggiunge Rasizza.

“Questa nuova specializzazione - commenta Chiara Zonzin, responsabile area Agroalimentare - nasce per garantire un servizio competente e puntuale alle aziende del settore. La stagionalità spesso impone selezioni di personale per determinati periodi dell’anno, anche molto brevi: Openjobmetis, con il suo know how, è in grado di trovare risorse affidabili e competenti in poco tempo, sgravando le imprese da oneri burocratici e contrattuali. Non solo: grazie a percorsi formativi ah hoc i lavoratori hanno la possibilità di acquisire abilità nuove e arricchire la propria professionalità, così da essere pronti per interpretare al meglio la mansione che saranno chiamati a svolgere”.

Oltre al sito www.openjobmetis.it, per inviare candidature o richiedere ulteriori informazioni è possibile scrivere una email a agroalimentare@openjob.it o recarsi in una delle 120 filiali di Openjobmetis in tutto il Paese.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog