Cerca

cerco-lavoro

Al via 'UnisaOrienta' al campus di Fisciano

Al via 'UnisaOrienta' al campus di Fisciano

Salerno, 17 feb. (Labitalia) - Ha preso il via questa mattina, nell’Aula Magna del campus di Fisciano (Salerno), la XII edizione di UnisaOrienta, la manifestazione di orientamento promossa ogni anno dal Caot, Centro di ateneo per l’orientamento e il tutorato dell’Università di Salerno, in collaborazione con i 16 dipartimenti dell’ateneo.

Ad aprire l’incontro di benvenuto agli studenti delle superiori, provenienti dalle regioni Campania, Puglia, Calabria e Basilicata, è stato il rettore, Aurelio Tommasetti: “La prima edizione dell’evento, nel 2004, registrò la partecipazione di 3.500 studenti da 15 istituti secondari. Dopo 12 anni possiamo contare sulla presenza di 12.000 studenti, accompagnati da 600 docenti, provenienti da 100 scuole di 4 regioni del Centro-Sud. Un ringraziamento per questo risultato va al Caot che promuove e organizza ogni anno il grande evento di orientamento".

"Il Sole 24 Ore ha indicato questa università - ha ricordato - quale migliore ateneo del Centro-Sud per due anni consecutivi. Non contenti di questo risultato, da mantenere e migliorare per i prossimi anni, apriremo il corso di laurea in Agraria per ampliare l’offerta didattica anche in riferimento alle istanze caratteristiche del nostro territorio; premieremo, con il rimborso integrale delle tasse, tutti gli studenti che concluderanno gli esami nell’anno accademico, e con essi le famiglie che li sostengono agli studi”.

Ospite e testimonianza della prima giornata di UnisaOrienta è stato Antonio Oddati, capo dipartimento Istruzione, Ricerca, Lavoro, Politiche Sociali e Culturali della Regione Campania: “Stare in un’aula magna colma in ogni ordine di posti - ha detto - è davvero una condizione straordinaria. Quando ero studente, un po’ di tempo fa, si faceva lezione in una stanza di un palazzo, in via Irno a Salerno: una location ben diversa da questo grande campus. Guardiamoci intorno e cerchiamo di sconfiggere la 'cultura dell’alibi', quel detto napoletano del 'nun se po’ fa'. Ce la possiamo e dobbiamo fare".

"Al Sud si può restare - ha esortato - e investire in formazione, cultura e ricerca. Napoli e la Campania, e quindi questo campus, sono stati candidati per le Universiadi del 2019. E’ una grande occasione non solo una vetrina internazionale. Come Regione Campania, siamo vicini alle esigenze economiche degli studenti; lo scorso anno sono state assegnate 32 borse di studio sulle 100 possibili. Quest’anno, grazie all’impegno del presidente della Regione, ci attiveremo per assegnare il totale dei contributi a sostegno del diritto allo studio”.

Da parte sua, Rita Aquino, direttore del Dipartimento di Farmacia/Difarma, ha spronato gli studenti ad andare avanti con l’invito a credere nella cultura: “Un continuo monitoraggio ci consente di andare avanti, consapevoli che, per entrare nel cosiddetto mercato del lavoro, la laurea è necessaria e la cultura rende ognuno cittadino consapevole. E’ l’effetto 'Campus', grazie alle strutture, ai laboratori, alla possibilità di praticare attività sportive, alla formazione, alla didattica, ai seminari”.

“Principale obiettivo di UnisaOrienta - ha sottolineato Rosalba Normando, delegata del rettore all’Orientamento - è quello di avvicinare le future matricole alla realtà universitaria e di offrire loro strumenti utili a favorire una scelta consapevole sul futuro percorso di studio. Tra le novità di questa edizione ci sarà, nel campus, la presenza di numerose citazioni di grandi autori e di uomini di scienza, che accompagneranno gli studenti durante la giornata offrendo utili spunti di riflessione. Le citazioni intendono rappresentare 'consigli di viaggio, il leitmotiv di questo evento formativo, nel complesso percorso di transizione dalla realtà scolastica a quella universitaria. Gli aforismi sono collocati su installazioni posizionate presso punti focali del campus, in una sorta di itinerario virtuale”.

A concludere l’incontro della prima giornata di UnisaOrienta è stata Maria Giovanna Riitano, direttore del dipartimento di Scienze del patrimonio Culturale/Dispac: “Con la collega Rosalba Normando, che mi ha sempre affiancato in questi anni, abbiamo costituito un tandem eccezionale. Orientamento, formazione, seminari e partecipazione. Il premio per gli studenti che completeranno gli esami a settembre è indicazione precisa che qui vige il concetto di 'merito'. Territorio, formazione, studio e lavoro devono andare e vanno a braccetto. Non mi resta che invitarvi a pensare che 'qui è bello e si può restare'”.

La prima giornata di UnisaOrienta è proseguita nelle aule con gli incontri seminariali per gli studenti e con i dibattiti tra docenti universitari e docenti delle scuole partecipanti. Contestualmente, studenti e docenti ospiti dell’ateneo hanno visitato il campus e le sue strutture, partecipando numerosi all’iniziativa 'ScattaUnisaOrienta', tra fotografie di gruppo e selfie-ricordo della giornata trascorsa a Fisciano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog