Cerca

cerco-lavoro

Milano: nasce 'Acqua su Marte' per contagio creativo tra imprese e cultura

Milano, 2 mar. (Labitalia) - Ha aperto a Milano, a due passi dai Navigli, in via Alessandria 3, Acqua su Marte, il nuovo spazio che aggrega talenti di varia estrazione attorno a un progetto: mantenere in comunicazione il mondo dell’impresa con il multiforme fermento culturale che oggi ribolle sotto la superficie della società, rinnovandosi con una velocità mai vista prima e sfuggendo a classificazioni o frettolose etichette. Lo spazio, creato da un’agenzia di comunicazione molto poco convenzionale, le Balene, e da una casa di produzione video votata alle nuove tendenze dell’immagine, Trees Home, si propone infatti come un terreno coltivabile su cui piantare le idee del futuro.

“Nella sorgente d’Acqua su Marte si mescoleranno le energie di alcuni tra i migliori professionisti italiani della comunicazione con quelle di scrittori, registi, sceneggiatori, fotografi, musicisti, pittori, grafici, illustratori, designer, artisti digitali, artigiani, attori. Ma cercheremo di avere vicino anche filosofi, saltimbanchi, scienziati, geni incompresi, inventori pazzi, fracassatori di regole e convenzioni. Insomma, gente con uno sguardo fresco sulle cose, che ci aiuti a costruire un rapporto di scambio reciprocamente vantaggioso tra l’arte e la comunicazione delle aziende”, dichiarano i fondatori.

“Questo perché - spiegano - crediamo nella forza delle idee che nascono in presa diretta con la realtà. Specialmente oggi, in mancanza di 'money', 'ideas make the world go round': un’idea forte ha le gambe per arrivare più lontano e finisce sempre per diventare la base di un successo, senza bisogno di investire cifre da capogiro”.

Attraverso workshop, incontri, presentazioni, seminari, mostre, lectures, happening, Acqua su Marte intercetterà i migliori talenti della scena creativa progettuale italiana e internazionale e li porterà a Milano affinché raccontino e condividano i loro metodi e le loro idee, con un approccio di coinvolgimento diretto del pubblico che punti soprattutto al 'fare': allo smontaggio e rimontaggio quasi artigianale dei meccanismi segreti che stanno dietro alla nascita di un’idea.

Così, dopo il successo del workshop di calligrafia 'Fraktur' con Paul Antonio, calligrapher artist londinese tra i più colti e prolifici della scena internazionale contemporanea, tenutosi a inizio febbraio, Acqua su Marte si prepara a ospitare quello di Umberto Contarello, sceneggiatore dei principali film di Paolo Sorrentino e premio Oscar per 'La Grande Bellezza': 'Sceneggiare è respirare', che si terrà il 1°, 2 e 3 aprile e affronterà il tema affascinante della costruzione e del racconto di una storia complessa partendo da un’idea semplice.

Altri workshop in programma: 'Lettering', per imparare a creare un'opera d'arte combinando testo, forma delle lettere, colore, composizione e texture in compagnia di Daniele Tozzi, artista romano che ha fatto di questa tecnica il suo principale espediente espressivo (5 e 6 marzo), e poi ancora il 'Sign Painting base', l'antica arte di scrivere su edifici e cartelloni con Mike Mayers (23 e 24 aprile), per poi concludere con il 'Sign Painting avanzato' del gallese David Kynatson, artista che ha realizzato notissime scritte e insegne, - dalle auto di formula 1 a negozi e caffè fino ai treni a vapore, con cui si approfondiranno lo studio e la pratica delle lettere classiche (30 aprile e il 1° maggio).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog