Cerca

cerco-lavoro

Oltre 3.000 posti per servizio civile, ultimi giorni per presentare domanda

Roma, 18 apr. (Labitalia) - Un'opportunità di un anno di lavoro e di esperienza di cittadinanza attiva in settori quali l'assistenza, la protezione civile, l'ambiente, il patrimonio artistico e culturale, l'educazione e la promozione culturale. E' quella che offre il servizio civile. E per partecipare ai bandi 2016 c'è tempo solo fino alle 14 di mercoledì 20, termine per la presentazione delle domande: per l'anno 2016 sono a disposizione 3.184 posti per ragazzi da 18 ai 28 anni, cittadini dell’Unione europea o cittadini non comunitari in possesso di regolare permesso di soggiorno. La maggioranza dei volontari (3.116) saranno avviati in ambito regionale, mentre 68 saranno destinati all’accompagnamento dei grandi invalidi e dei ciechi civili.

Il Servizio Civile nazionale è un’opportunità per i giovani di dedicare un anno della propria vita a favore di un impegno solidaristico, inteso come impegno per il bene di tutti e di ciascuno e quindi come valore di coesione sociale, dura dodici mesi e ai volontari spetta un assegno mensile di 433,80 euro.

Le domande andranno inviate direttamente agli enti che propongono i progetti. I posti messi a bando in ambito regionale sono cosi suddivisi: 164 Abruzzo, 41 Basilicata, 270 Veneto, 376 Lazio, 120 Friuli Venezia Giulia, 681 Lombardia, 91 Marche, 423 Puglia, 180 Piemonte, 94 Sardegna, 157 Toscana, 4 Valle d’Aosta, 30 Provincia autonoma Bolzano, 131 Umbria, 354 Emilia Romagna.

Non possono presentare domanda i giovani che prestano o abbiano prestato servizio civile in qualità di volontari (ai sensi della legge n. 64/ 2001), ovvero che abbiano interrotto il servizio prima della scadenza prevista, nonché coloro che sono impegnati nella realizzazione di progetti di servizio civile nazionale per l’attuazione del programma europeo Garanzia Giovani, e che abbiano in corso con l’ente che realizza il progetto rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo, ovvero che abbiano avuto tali rapporti nell’anno precedente di durata superiore a tre mesi.

Sì, invece, alla presentazione della domanda di Servizio civile nazionale per chi ha già svolto il servizio civile nell’ambito del programma europeo Garanzia Giovani o lo ha interrotto per motivi non imputabili al volontario stesso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog