Cerca

cerco-lavoro

Ied, al via corso in brand reputation e digital Pr

Ied, al via corso in brand reputation e digital Pr

Roma, 27 apr. (Labitalia) - Il nuovo scenario media ha favorito, negli ultimi anni, la nascita di figure innovative tra cui, in primis, il brand reputation manager e il digital Pr. Professionalità molto richieste dalle aziende che puntano all’internazionalizzazione promuovendo prodotti e servizi via web, ma che, nel contempo, devono fare i conti con 'attacchi', sotto forma di post e recensioni negative, contro la reputazione del proprio brand.

Per rispondere a questa specifica esigenza del mercato, Ied - Istituto europeo di design, in collaborazione con Competence Communication - agenzia di comunicazione integrata, amplia la propria offerta formativa, inaugurando, il 3 maggio presso la sede di Milano, il corso di specializzazione in Brand reputation and digital Pr.

Il corso si rivolge a tutti coloro che intendono accrescere le proprie competenze in termini di: gestione efficace e multicanale della reputazione online/offline di una marca/organizzazione; definizione di una business intelligence per la ricerca sul web di influencer e keyword per il business aziendale; realizzazione di analisi quali-quantitative di dati e conversazioni in rete e, ancora, elaborazione di strategie di risposta anti-crisi, per gestire attacchi mediatici su media tradizionali e non.

“Ci sembrava doveroso rispondere all’esigenza di contribuire alla formazione del reputation manager, richiesta che ci arriva direttamente da aziende, associazioni e agenzie di consulenza. Attraverso questo nuovo corso forniremo competenze specifiche a futuri o già avviati professionisti del mondo della comunicazione rispetto al sempre più rilevante ambito della reputazione dei brand o aziende in rete e non”, spiega Elena Sacco, della Direzione Scuola di comunicazione Ied Milano.

“Le conversazioni online sono diventate il nuovo punto di riferimento della reputazione di un brand - sostiene Tomaso Bonazzi, Account Director di Competence Communication - perché ciò che viene pubblicato sul web impatta sulle decisioni d’acquisto, restando rintracciabile anche a distanza di anni dai motori di ricerca".

"Per questo motivo, le aziende devono essere in grado di influenzare le conversazioni - sottolinea - e perfino parteciparvi in maniera attiva, intelligente e spesso con rapidità per evitare che piccoli focolai, se trascurati, possano degenerare in vere e proprie crisi. Siamo convinti che la formula metodologica studiata per questo nuovo corso insieme a Ied sia vincente. L’approccio prettamente operativo sarà integrato da case history e dalla preziosa partecipazione in aula di professionisti che già hanno realizzato progetti di digital Pr e reputation management”.

A dimostrazione della vivacità e dell’efficacia di questo approccio, saranno proprio i casi aziendali i principali protagonisti della tavola rotonda organizzata il 3 maggio, alle 18, in via Sciesa 4, a Milano, per presentare il corso. Per l’occasione, riporteranno la loro esperienza sul campo, sotto la moderazione di Lorenzo Brufani, amministratore delegato di Competence Communication e coordinatore del corso: Marina Fantini, Senior Marketing Manager, Italy and Iberia, LinkedIn Talent Solutions; Valerio Di Bussolo, Corporate Pr Manager Ikea Italia; Daniele Chieffi, Web Media Relations, Social Media Management e Reputation Monitoring Manager.

Il corso, in partenza a ottobre 2016, sarà strutturato in moduli serali da 2,5 ore (dalle ore 19 alle 21,30) con una frequenza di due giorni alla settimana, presso la sede Ied di Milano. I temi e le materie trattate saranno le seguenti: analisi e ascolto della rete, dal monitoraggio del brand sentiment alla business lead generation; Seo & Web Marketing, dall’ottimizzazione dei motori alla generazione di campagne reputazionali; Pr tradizionali, dalla carta al Bit, come cambia il mestiere del relatore pubblico con le nuove tecnologie.

E ancora: Digital Pr, dalle blogger relations alle community relations; le nuove professioni digitali, come orientarsi per trovare lavoro nel nuovo mercato della comunicazione; Media Industry, la pianificazione strategica del media per la gestione/costruzione della reputazione; la comunicazione di crisi ai tempi dei social media, come difendere la reputazione di un brand; le social community interne, come costruire reputazione ed engagement sui dipendenti/collaboratori; dalla comunicazione 'insostenibile' alla comunicazione della sostenibilità come leva di reputazione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog