Cerca

lazio/roma

Valente, contratto aziendale fattore importante per dipendenti

Valente, contratto aziendale fattore importante per dipendenti

Roma, 27 set. (Labitalia) - "Un contratto aziendale è sicuramente un fattore molto importante per un lavoratore. Si tratta, infatti, di uno strumento negoziale nel quale le parti aziendali possono introdurre novità rispetto al contratto collettivo nazionale che è, invece, uniforme per tutte le categorie". Lo dice Lucia Valente, assessore regionale al Lavoro, Pari Opportunità, Personale della Regione Lazio, intervistata da Labitalia in occasione del 'Regional Randstad Award', il premio assegnato da Randstad, secondo operatore al mondo nel mercato dei servizi per le risorse umane, alle aziende del Nord-Est, Nord-Ovest, Centro e Sud in cui i potenziali dipendenti preferirebbero lavorare, sulla base della più importante indagine indipendente di employer branding.

"Purtroppo -ammette- non tutte le imprese fanno contratti aziendali e, quindi, non sempre i lavoratori riescono a trovare questo tipo di appeal in un'azienda. In un'azienda più misure ci sono per creare il cosiddetto benessere organizzato, più il datore di lavoro manifesta la volontà di far stare bene i propri dipendenti".

"Ma anche in questo caso -sottolinea l'assessore Valente- non tutti i datori di lavoro mostrano questa particolare attenzione per i lavoratori".

"Un altro aspetto che rende un'azienda attrattiva -sottolinea- è il trattamento economico; anche qui si possono varare diverse misure ad hoc per i dipendenti. Un esempio sono i voucher di conciliazione per le donne, così come la polizza sanitaria aggiuntiva".

"C'è anche il 'lavoro agile': attualmente -ricorda l'assessore regionale del Lazio- c'è un disegno di legge in Parlamento che ha l'obiettivo di introdurre soluzioni organizzative che possano essere un'opportunità per chi necessita di maggiore flessibilità in ambito lavorativo come, per esempio, chi vive in situazioni di disagio o con minori o con familiari bisognosi di assistenza a carico".

"Il 'lavoro agile' -continua- offre la possibilità di lavorare a distanza, non necessariamente da casa, ma anche in un contesto di coworking. Anche questo è, appunto, indice di un'impresa attenta alle esigenze dei propri dipendenti".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog