Cerca

lazio/roma

Umana, al via incontri scuola-impresa per orientare giovani

Umana, al via incontri scuola-impresa per orientare giovani

Roma, 4 ott. (Labitalia) - Cosa si aspetta un’azienda da un giovane laureato che si presenta per un colloquio; quale strumento usa per reclutare nuove risorse; quali sono le competenze hard e soft che più cerca, qual è il profilo che è disposta ad assumere. Ma anche come costruire il proprio curriculum in funzione di una presentazione efficace e di un feedback professionale soddisfacente.

Saranno questi i temi che Umana, l’agenzia per il lavoro veneziana, affronterà nel corso degli incontri con gli studenti della ricca agenda autunnale dedicata al dialogo fra scuola e impresa. Tenendo sempre presente il principio per il quale l’incontro positivo fra chi cerca e chi offre lavoro è una questione di metodo, di conoscenza dei contesti, di relazione; di impegno e di occasioni da sfruttare, mettendo in campo il proprio saper fare e ancor prima il saper essere.

Dopo la pausa estiva ripartono, infatti, i progetti di orientamento e di alternanza scuola-lavoro rivolti alle scuole secondarie e ai Cfp italiani e si riattiva la collaborazione con i career day, i career week, le fiere del lavoro, i laboratori e workshop organizzati anche con Umana in tutta Italia dalle università, dalle scuole tecniche, dai centri di formazione professionale e dagli istituti tecnici superiori.

Le previsioni e i segnali che arrivano dalle aziende clienti Umana in merito alle prospettive di assunzione junior in questa ripresa autunnale e per buona parte del 2017, confermano ancora una volta la forte richiesta di figure professionali di area stem (science, technology, engineering and mathematics) da inserire nel manifatturiero. Ma sia per queste figure sia per tutte le altre, il solo buon curriculum non è garanzia di un successo:

“Oggi i giovani -spiega Maria Raffaella Caprioglio, presidente di Umana- siano questi neodiplomati, laureandi o neolaureati, possono utilizzare questi eventi organizzati anche in collaborazione con Umana per accedere direttamente alle offerte di lavoro delle aziende ma è sempre più indispensabile che conoscano il mondo delle imprese i loro linguaggi".

"Ad esempio -fa notare- non basta più un voto di laurea alto, perché i candidati spesso si assomigliano molto. Accanto alla indispensabile preparazione, le imprese cercano di individuare la persona giusta per loro, preferendo magari affrontare in un secondo momento un percorso di formazione specifica. Oggi, a parità di curriculum, vince chi possiede un ampio spettro di competenze trasversali, considerate il vero valore aggiunto. Ecco perché è importante che i ragazzi siano in grado di valorizzare il proprio percorso, anche personale. E Umana, grazie anche agli eventi organizzati negli atenei e nelle scuole, da sempre contribuisce a favorire quell’incontro fruttuoso fra le aziende e le persone”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog