Cerca

Cronaca

Venezia: Brugnaro, l'isola di Poveglia rimarra' ai veneziani

Venezia, 13 mag. - (Adnkronos) - "Non volevo che l'isola di Poveglia potesse cadere nelle mani di qualche nababbo arabo, cinese, americano o russo. Ed e' per questo che ho presentato la mia offerta, per garantire che Poveglia rimanesse veneziana e per tutti i veneziani". Cosi' Luigi Brugnaro, patron di Umana e gia' presidente di Confindustria Venezia, ha spiegato oggi nel corso di una conferenza stampa, perche' ha deciso di partecipare all'asta pubblica del Demanio per la 'perla' della laguna. Il patron di Umana ha infatti paventato piu' volte "il rischio dell'arrivo di qualche imprenditore straniero che con un blitz si poteva portare a casa Poveglia".

Ma, soprattutto, l'imprenditore veneziano ha tenuto ad assicurare che: "oltre ai 513mila euro di offerta per i diritti di 99 anni sull'isola, Umana e' pronta a garantire oltre 20 milioni di euro per la riqualificazione complessiva di Poveglia", ed infatti la riqualificazione dell'isola e' una delle clausole del contratto di alienazione poste dal Demanio.

Per quanto riguarda i progetti, il patron di Umana ha sottolineato quindi: "Chi dice che a Poveglia si costruira' solo un albergo di lusso sbaglia. Poveglia rimarra' nella disponibilita' di tutta la collettivita' veneziana. Sono disponibilissimo al confronto con le istituzioni, primo tra tutti il sindaco di Venezia, Giorgio Orsoni, per costruire imsieme il miglior progetto possobile per Poveglia, e quindi porte aperte a chiunque voglia partecipare".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog