Cerca

cronaca

Expo: apre al traffico sottopasso Zara-Esposizione Universale

0

Milano, 19 ago. (AdnKronos) - Ha aperto al traffico a Milano il nuovo sottopasso Zara-Expo che collega via Stephenson, nel quartiere Roserio, ai quartieri di Rho e Pero, uno dei collegamenti più strategici per la città che ospita l'Esposizione Universale. Il tratto tra via Eritrea e via Stephenson che consente ai mezzi di servizio, pullman e taxi l’accesso alla porta Est dell’Esposizione Universale è stato inaugurato dal gruppo Claudio Salini lo scorso fine aprile.

Si tratta di "un'infrastruttura molto articolata e complicata da gestire – dichiara Claudio Salini – soprattutto con la linea Rfi Milano -Torino in funzione e senza creare disagi agli utenti. Siamo riusciti a realizzare in un solo anno un'opera che avrebbe richiesto tre anni di esecuzione. Appalto che Metropolitana Milanese ci ha aggiudicato anche per la miglior offerta economica proposta in fase di gara e per le soluzioni tecnico-ingegneristiche presentate".

I lavori della Zara - Expo, avviati nel mese di maggio 2014, hanno un valore complessivo di circa 40 milioni di euro. Per la realizzazione dell’opera sono stati attivi oltre 100 operai, al lavoro 24 ore su 24 e 7 giorni su 7.

Il sottopasso è stato realizzato con la tecnica dello 'spingitubo', utilizzata per mitigare gli effetti ambientali e per il superamento di rilevati ferroviari e stradali, come in questo specifico caso.

Il tunnel, a doppia canna, è stato realizzato, infatti, in prossimità di uno dei principali nodi ferroviari di Milano senza l'interruzione del servizio ferroviario, che con l'inizio dell'Expo è stato intensificato del 40%, fino a contare 800 passaggi di treni al giorno.

L’intervento si inserisce tra le opere infrastrutturali più importanti per Milano non solo durante l’Esposizione Universale. Il sottopasso collegherà il sito espositivo con la parte Est della città e permetterà sul lato Ovest di intercettare il traffico proveniente dalle autostrade, dalla tangenziale e dalla strada Molino Dorino.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media