Cerca

cronaca

Rezza, i vaccini sono vittime del loro successo ma basta con fake news

23 Novembre 2017

0
Rezza, i vaccini sono vittime del loro successo ma basta con fake news

Torino, 23 nov. (AdnKronos Salute) - "I vaccini sono vittime del loro stesso successo, fanno scomparire le malattie quindi le mamme pensano che non devono più far vaccinare i bambini ma non è così". Così all'AdnKronos Giovanni Rezza, direttore del Dipartimento di malattie infettive dell'Istituto superiore di sanità che, a margine del 50esimo Congresso nazionale della Società italiana di igiene-Siti osserva: "Dal 2013 al 2016 c'è stato un calo notevole nelle vaccinazioni non solo per le 4 che prima del provvedimento legislativo sull'obbligo erano obbligatorie, ma anche per quelle raccomandate, prima fra tutte quella contro il morbillo. Dopo il 2016 abbiamo avuto una piccolissima ripresa, adesso si spera che con la legge sul l'obbligo questa ripresa venga enormemente accelerata".

"Il calo - spiega Rezza - è dovuto alla disaffezione nei confronti dei vaccini, perché cala la percezione del rischio di malattie. Inoltre, c'è una responsabilità anche delle fake news che circolano su Internet e che hanno talvolta associato i vaccini ad altre patologie, per esempio il vaccino contro il morbillo all'autismo. Questo non è vero e bisogna combattere queste bufale perché i vaccini sono i prodotti più efficaci e sicuri", conclude.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media