Cerca

cronaca

"Pestato dal branco perché gay", incubo per 17enne a Milano

Facebook

30 Novembre 2017

0
"Pestato dal branco perché gay", incubo per 17enne a Milano

Roma, 30 nov. (AdnKronos) - Prima lo hanno insultato, poi lo hanno fatto cadere a terra colpendolo con calci e pugni. Vittima dell'aggressione è Leo, un ragazzo di 17 anni che sarebbe stato pestato dal branco solo perché omosessuale. A denunciare sui social l'episodio di violenza, avvenuto il 13 novembre in un parco di Baggio, a Milano, sono i collettivi studenteschi Collettivo Autonomo ITSOS Steiner e Kollettivo Indipendente Agnesi. Leo si trovava in compagnia di due amici per passare la domenica pomeriggio al parco - si legge nel racconto condiviso su Facebook - quando è stato avvicinato da un gruppo di ragazzi di circa 15 anni. Dopo aver chiesto una sigaretta, hanno iniziato a fare domande sull'orientamento sessuale dei tre ragazzi per passare poi agli insulti, al lancio di sassi e bottiglie ed, infine, alle botte. "Un amico di Leo viene buttato a terra - si legge ancora nel post - e, mentre cerca di aiutarlo a rialzarsi, Leo viene colpito violentemente ad un orecchio. Cade a terra, stordito dal colpo, ma questo non ferma il gruppo che continua a inveire su di lui con calci al volto e pugni". "Leo e i suoi amici, ragazzi come tanti altri, hanno rischiato grosso quella sera, solo perché 'colpevoli' di essere omosessuali", commentano gli studenti, "È possibile nella Milano del 2017 essere perseguitati e picchiati per il proprio orientamento sessuale? Questo non è che uno dei tanti accadimenti che fanno capire quanto sia importante ancora oggi combattere l'OMOFOBIA in tutte le sue forme", concludono.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media