Cerca

cronaca

Natale, in piazza San Pietro accese le luci del presepe e dell'albero

0

- Città del Vaticano, 7 dic. (Adnkronos) (Sci/Adnkronos)

Si accendono le luci del Natale a piazza San Pietro. Sono stati inaugurati oggi pomeriggio il tradizionale presepe e l'albero che rimarranno illuminati per tutte le festivita' fino alla notte di domenica 7 gennaio 2018. Ad offrire il presepe e' stata quest'anno l'Abbazia territoriale di Montevergine, in Campania: l'opera d'arte, realizzata in stile settecentesco secondo la piu' antica tradizione napoletana, e' ispirata alle opere della Misericordia. Le figure, con un'altezza variabile intorno ai due metri, sono composte, per le teste e gli arti, in terracotta policroma, occhi di cristallo e abiti in tessuto.

"Ormai e' tradizione quella di trovarci in piazza San Pietro per il presepe che sara' ammirato da tanti pellegrini e quest'anno celebriamo i 35 anni dell'albero in piazza San Pietro",  ha detto il presidente del Governatorato dello Stato della Città del Vaticano, il cardinale Giuseppe Bertello.

L'abate di Montevergine, don Guariglia, ha spiegato i dettagli dell'opera d'arte presepiale e ha ricordato che "il nostro santuario e' al centro di un importante progetto, i percorsi dell'anima, promosso da Regione Campania con l'intento di valorizzare i luoghi di culto del nostro territorio". Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha sottolineato: "Siamo stati chiamati con il santuario a offrire questo presepe a fianco al grande albero venuto dalla Polonia. Un saluto ai polacchi ai quali ci legano sentimenti profondi, un abbraccio ai bambini del reparto di oncologia pediatrica che, nella loro sofferenza, hanno proposto gli arredi degli alberi. Un grande abbraccio ai bimbi dei luoghi terremotati dell'Umbria".

L'albero invece arriva quest'anno dall'arcidiocesi di Elk, in Polonia. Si tratta di un imponente abete rosso alto 28 metri. L'addobbo e' stato curato dai bambini in cura nei reparti oncologici di alcuni ospedali italiani. I piccoli artisti hanno partecipato ad un programma di ceramico-terapia ricreativa nei laboratori ospedalieri gestiti dalla Fondazione Contessa Lene Thun Onlus e sono stati affiancati dai coetanei delle zone terremotate del Centro Italia dell'arcidiocesi di Spoleto-Norcia.

Proprio sul lavoro dei bimbi che hanno decorato l'albero si e' concentrato l'arcivescovo della diocesi di Spoleto-Norcia, monsignor Renato Boccardo: "Stasera guardiamo l'albero arricchito dal lavoro di tanti bambini pensiamo in particolare a chi, in queste opere, ha infuso il desiderio di una vita bella e sana". " L'albero di Natale e' il dono al Santo Padre di tutti i fedeli polacchi", ha detto il vescovo di Elk, monsignor Mazur. 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media