Cerca

cronaca

Arrestato a Roma il 'capo dei capi' della mafia cinese

18 Gennaio 2018

0

Firenze, 18 gen. (AdnKronos) - E' stato catturato a Roma il "capo dei capi" della mafia cinese in Italia, con base operativa a Prato e ramificazioni in diversi paesi europei, ovvero Francia, Spagna, Portogallo, Germania e Polonia: si chiama Zhang Naizhong, 58 anni, sposato e con un figlio, anche lui arrestato nell'ambito dell'operazione 'China Truck' dello Sco della Polizia e della Squadra Mobile di Prato, coordinata dalla Dda di Firenze.

Zhang è stato sorpreso dai poliziotti all'alba nel suo appartamento, all'interno di un condominio in viale Marconi. Nell'abitazione, apparentemente modesta, sono stati trovati numerosi gioielli e orologi di lusso e circa 30mila euro in contanti, mentre sotto casa erano parcheggiate diverse auto di grossa cilindrata nella disponibilità del boss cinese. Zhang era pedinato da tempo e nel suo ultimo giorno di libertà, ieri, quando si è recato da Roma a Prato per 'visitare' alcune delle sue aziende, per tentare di far perdere le sue tracce, come hanno raccontato gli investigatori, ha cambiato per ben otto volte la vettura.

Tra gli arrestati, oltre al figlio di Zhang, suo braccio destro nell'organizzazione criminale cinese, anche la 'segretaria' della cosca, che aveva il compito di tenere la contabilità illecita e che al tempo stesso era l'amante del 'capo dei capi'.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media