Cerca

veneto

Sanità: Nefrologia Padova riconfermata nel 2018 ai vertici mondiali

14 Giugno 2018

0

Padova, 14 giu. (AdnKronos) - Il professor Lorenzo Calò dell’Azienda Ospedaliera/Università di Padova è stato confermato anche per il 2018 e per il quinto anno consecutivo, primo al mondo nell’ambito delle malattie renali, in particolare nelle malattie genetiche rare del trasporto tubulare renale come la Sindrome di Gitelman e la Sindrome di Bartter. Questa classifica è basata su un’estesa revisione delle pubblicazioni scientifiche in Nefrologia degli ultimi dieci anni dando notevole prestigio alla Nefrologia italiana e contribuendo notevolmente al primato europeo ottenuto dall’Azienda Ospedaliera di Padova nel campo delle malattie rare.

Calò, nefrologo, ipertensiologo e internista opera presso la Nefrologia di Padova di cui è il Direttore nonché Direttore della Scuola di Specializzazione in Nefrologia dell’Università di Padova. Da oltre trent’anni segue in particolare la Sindrome di Gitelman e la Sindrome di Bartter, malattie renali genetiche rare che compromettono il riassorbimento tubulare renale di potassio e di magnesio. La conseguente riduzione nel sangue di potassio e magnesio può indurre l’insorgenza di aritmie cardiache che nei casi più gravi possono anche essere fatali e, seppur raramente, anche evolvere verso l’insufficienza renale cronica.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media