Cerca

dati

Fondazione Obiettivo lavoro, tra 2008 e 2014 persi 1 mln posti

Fondazione Obiettivo lavoro, tra 2008 e 2014 persi 1 mln posti

Roma, 25 nov. (Labitalia) - Tra il 2008 e il 2014 gli occupati in Italia sono calati di circa un milione (-4%), sostanzialmente a causa del drammatico calo nei comparti manufatturiero (-612mila unità) e delle costruzioni (-396mila unità). Solo i servizi hanno incrementato gli occupati, specialmente nei comparti delle attività professionali e artistiche (congiuntamente +370mila occupati nei sei anni). Le imprese della filiera agroalimentare italiana nel periodo 2008-2014 hanno avuto una perdita di occupati pari a -97 mila unità con un valore percentuale pari a -2%. Emerge dal 4° Rapporto sul Mercato del lavoro, realizzato dalla Fondazione Obiettivo Lavoro e presentato oggi a Roma, presso il ministero delle Politiche agricole.

In particolare l’agricoltura, e specialmente il comparto legato alle produzioni vegetali, ha perso circa 55mila occupati (-5.8%), mentre in controtendenza gli altri due comparti (silvicolura e pesca) che hanno addirittura aumentato il numero di occupati.

Rispetto agli altri comparti della filiera agroalimentare, tra luci e ombre il settore del commercio, in special modo il commercio all’ingrosso, che ha bruciato dal 2008 più di 65mila unità nei recenti anni, mentre il settore delle industrie alimentari sembra aver limitato i danni (-15mila occupati). Un trend completamente diverso ha riguardato il settore dei servizi di alloggio e di ristorazione, cresciuto di 70mila occupati (+5.3%) anche durante il periodo più recente.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog