Cerca

dati

Csc: posti lavoro in crescita +0,9% in 2016, +1,1% in 2017

Csc: posti lavoro in crescita +0,9% in 2016, +1,1% in 2017

Roma, 16 dic. (Labitalia) - È ripartita la domanda di lavoro: il bilancio è positivo nel 2015 e le prospettive sono buone per i prossimi due anni. Lo stima il Csc. L'aumento dell'occupazione (calcolata sulle Ula, unità di lavoro equivalenti a tempo pieno), iniziata nel 2014 (+0,2% rispetto al 2013) nonostante il calo del Pil (-0,4%), si è consolidato nel 2015 (+0,7%); l'incremento rimarrà sostenuto anche nei prossimi due anni: il Csc stima che le Ula aumenteranno dello 0,9% nel 2016 e dell'1,1% nel 2017, a 24 milioni, 1 milione e 200 mila sotto il livello pre-crisi, +877mila rispetto al minimo di fine 2013.

Il tasso di disoccupazione si è ridotto al 12% in media nei primi dieci mesi dell'anno (11,5% in ottobre) dal 12,7% medio del 2014. Continuerà a scendere nei prossimi due anni, spiega il Csc, ma resterà alto, perché con il consolidarsi dell'attività economica crescerà anche la forza lavoro, come testimoniato dal netto miglioramento delle attese dei consumatori sulle prospettive del mercato del lavoro, in novembre al massimo storico.

Nel 2015 sarà in media del 12%. Nel 2016, nonostante una forza lavoro che aumenta (+0,4% in media d'anno), scenderà all'11,6% e calerà ancora all'11,1% nel 2017, continua il Csc.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog