Cerca

dati

A Bolzano non solo mercatini, in mostra polo creatività che attrae giovani

A Bolzano non solo mercatini, in mostra polo creatività che attrae giovani

Bolzano, 17 dic. (Labitalia) - Non solo terra di mercatini natalizi. L'Alto Adige è sempre di più polo culturale e centro di creatività fortemente all’avanguardia. Le organizzazioni che all’interno della provincia si occupano di cultura sono più di 1.700, sia enti pubblici che industrie, e la percentuale di autofinanziamento dei musei - pari al 33-37% - è fra le più alte d’Europa. Nuove imprese dedicate al settore della cultura e creatività hanno aperto in questi anni e questo nuovo trend attira molti giovani professionisti, anche di ritorno in Italia, da tutto il mondo.

Un andamento raccontato nell’esposizione 'Stills. In continuo movimento. Industrie culturali e creative in Alto Adige', in mostra da oggi al 31 dicembre, presso lo spazio Dream Factory a Milano. Una galleria di immagini promossa da Business Location Südtirol - Alto Adige (Bls) e curata dal fotografo altoatesino Ivo Corrà, che ripercorre attraverso personaggi, ambienti e luoghi il cuore pulsante della scena culturale e artistica della provincia di Bolzano.

Dai set cinematografici allestiti in paesaggi mozzafiato ai musei di arte contemporanea, ai laboratori artigiani, alle tante sfaccettature che solo un territorio ponte naturale fra i paesi di lingua tedesca e il mediterraneo può offrire.

Recentemente, grazie all’introduzione della nuova legge provinciale per la promozione della cultura, sono stati ampliati gli strumenti di finanziamento e il panorama dei beneficiari. Anche il cinema ha contribuito a dare un impulso particolare negli ultimi anni.

In particolare, l’istituzione del Fondo provinciale per le produzioni cinematografiche e televisive gestito dalla Business Location Südtirol - Alto Adige (Bls) ha permesso la creazione di un distretto dell’audiovisivo che oggi fornisce alle case di produzione che scelgono di girare sul territorio servizi e professionalità qualificate.

“Per natura plurilingue e multiculturale - commenta Ulrich Stofner, direttore della Business Location Südtirol - Alto Adige (Bls) - l’Alto Adige è luogo di confronti e scambi continui, capaci di generare una vivace economia anche di pensiero. Qui il settore produttivo della cultura e delle industrie creative è tra i più sviluppati a livello europeo e genera impatti decisamente positivi sulla globale economia locale. Siamo in continuo movimento e per questo sempre alla ricerca di nuove professionalità, altamente specializzate che possano fungere da stimolo e crescita per il nostro territorio”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog