Cerca

dati

A Roma un nuovo Laboratorio Gastronomico in 'Retrobottega'

A Roma un nuovo Laboratorio Gastronomico in 'Retrobottega'

Roma, 23 dic. (Labitalia) - Arriva in pieno centro, a Roma, a pochi passi da piazza Navona, un nuovo Laboratorio Gastronomico incentrato sui piatti della buona cucina tradizionale italiana, realizzati con l’utilizzo di materie prime di qualità e trasformate dalle mani di quattro giovani ma esperti cuochi, provenienti da alcuni dei più importanti ristoranti stellati. Si chiama 'Retrobottega' e i fondatori del progetto sono Alessandro Miocchi e Giuseppe Lo Iudice.

Alessandro, fra le altre esperienze, ha lavorato a fianco degli chef Enrico Crippa, Antonio Guida e Anthony Genovese, mentre Giuseppe è cresciuto professionalmente nelle cucine dei migliori ristoranti di New York, Berlino e Londra per poi tornare a Roma e lavorare anche lui nella cucina de Il Pagliaccio. Ad aiutarli ai fornelli ci saranno Gabriele Di Lecce - già in brigata con gli chef Daniele Usai, Nino di Costanzo ed Anthony Genovese - e Matteo Magagnini, che ha iniziato il suo percorso culinario sotto la guida di Antonello Migliore ed è successivamente approdato nelle cucine di Daniele Usai e Roy Caceres.

“Minimizzare gli sprechi e riutilizzarli per la creazione di nuovi piatti” è la filosofia alla base di questo Laboratorio Gastronomico; filosofia che si rispecchia anche nell’arredamento del locale realizzato principalmente attraverso materiali di riuso.

“Veloce, informale e buono” sono le parole chiave di Retrobottega. Grazie alla cucina a vista il cliente potrà non solo ordinare il proprio piatto, ma assistere anche a tutte le fasi della sua preparazione. Un rapporto diretto che prosegue anche in sala con la presenza a rotazione di uno degli chef, sempre pronto ad illustrare le particolarità dei piatti. “La nostra idea è quella di accorciare ancora di più la distanza tra cuoco e cliente per creare un ambiente estremamente conviviale”, afferma Giuseppe.

Per quel che concerne il menu, invece, è Alessandro a spiegare che “è variabile e raccontato da una lavagna che di giorno in giorno si adatta alle nostre ispirazioni, con un occhio di riguardo alla stagionalità delle materie prime; inoltre, ogni settimana ci sarà un fuori menu per chi ama sperimentare e per i gourmet più esigenti”.

Retrobottega è aperto tutti i giorni, dalle 8 alle 22. Fino alle 11 sarà possibile fare una colazione dolce con torta della nonna, brownie, plumcake alla frutta, bombe, cookies e una colazione salata con uova strapazzate, a occhio di bue, bollite o in camicia servite con pane tostato e bacon il tutto accompagnato da centrifughe, succhi biologici, thè e caffè. Dalle 12, e per tutto l’orario di apertura, si apre il 'menu all day': polpo, zucca e anacardi, mezzemaniche trafilate al ragù di cortile, agnolotti di fonduta con sugo di verdure arrostite, anatra e cavoli, guancia brasata, sedano rapa e carote sono solo alcuni esempi di una proposta in continuo mutamento.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog